ALAN FABBRI (LN): “AIUTARE LE GIOVANI COPPIE, LE CUI DOMANDE SONO RISULTATE AMMISSIBILI, PRIMA CHE SCADANO I TERMINI PREVISTI DAL BANDO”

La Giunta regionale ha accolto l’appello delle opposizioni di aiutare le giovani coppie, ma, come al solito, la norma che disciplina l’accesso ai finanziamenti risulta pasticciata, ed ora si rischia che molti aventi diritto rimangano all’asciutto, per la decorrenza dei termini. E’ questo lo scenario paventato dal capogruppo della Ln in Regione, Alan Fabbri. «Solo dopo un lungo iter – ricorda Fabbri – si è composta una graduatoria degli aventi diritto dei fondi messi a disposizione dal bando per “Una casa alle giovani coppie ed altri nuclei famigliari”. In questa graduatoria, 534 delle 535 domande sono state giudicate ammissibili, e 439 ammesse al finanziamento, attingendo ai 12 milioni di euro messi a disposizione.» Ma qui nasce il pasticcio. Nel senso che, vista la mole di domande, i termini di presentazione delle stesse sono stati prorogati di un mese. A fronte delle nuove richieste, 95 giovani coppie attendono di poter accedere ai fondi, visto che le loro domande sono state giudicate ammissibili, ma non finanziabili. Colpa della “coperta corta” dei fondi a disposizione. Domande che conservano una validità di 24 mesi; ma che, se non saranno onorate, risulteranno scadute. «Vista la penalizzazione subita da diversi richiedenti – incalza Alan Fabbri – rispetto a quanti hanno presentato richiesta, solo in seguito alla proroga, chiediamo alla Giunta di estendere il contributo per le giovani coppie anche alle persone le cui domande sono state giudicate ammissibili, ma non finanziabili. Occorre fare presto – è l’appello del capogruppo leghista – prima della scadenza della validità della graduatoria.»