ALAN FABBRI (LN): “CORDOGLIO PER LA MORTE DI CAFFARRA. LA CHIESA PERDE UN PUNTO DI RIFERIMENTO”

“Con la morte di Caffarra viene a mancare un punto di riferimento importante per tanti fedeli e sacerdoti che sono alla ricerca delle radici più profonde del cattolicesimo, in un momento in cui la Chiesa sembra a volte allontanarsi troppo dalla propria tradizione”.

Alan Fabbri, capogruppo Lega Nord in Emilia Romagna, si unisce al cordoglio per la morte di monsignor Carlo Caffarra, arcivescovo emerito di Bologna che si è spento, a 79 anni, dopo lunga malattia.

“Le sue posizioni ferme su temi sociali importanti hanno fatto discutere, ma sono servite da monito ad una politica che oggi, troppo spesso, non trova nel pensiero ecclesiastico i tradizionali argini che hanno consolidato nei secoli la cultura europea, ma piuttosto vere e proprie incursioni, quasi sempre a sostegno delle linee di governo della sinistra”.

La storia millenaria della Chiesa e il tradizionale pensiero cattolico “perdono un importante referente, ma monsignor Caffarra, continuerà ad essere presente nel cuore e nelle azioni dei tanti che, ancora, ne seguono l’insegnamento”