ALAN FABBRI (LN): «REGIONE E AUSL ASSICURINO IL FUNZIONAMENTO DELLA CONSULENZA PEDIATRICA DIURNA AL DELTA, SERVIZIO FONDAMENTALE PER I CITTADINI»

Un mezzo annuncio, sussurrato, può avere un effetto dirompente. In particolare se le istituzioni sanitarie contribuiscono, come in questo caso, a non alimentare un clima di chiarezza. «Una comunicazione ricevuta dai sindaci del territorio Basso Ferrarese riporta la possibilità che il servizio di consulenza pediatrica diurna all’ospedale del Delta possa essere sospeso, all’interno del Pronto soccorso. Questo, a causa della difficoltà di reperire personale specializzato, per consentire una continuità del servizio stesso. E’ necessario che l’Ausl di Ferrara chiarisca subito che cosa sta succedendo». Il capogruppo regionale della Lega Nord, Alan Fabbri, chiede di sgombrare immediatamente il campo dai dubbi e dalle “mezze verità”. In quanto, la lettera recapitata dal Distretto sanitario Sud-Est di Ferrara ai sindaci dell’area ha avuto un effetto deleteria, con contraccolpi che si sono fatti sentire anche nella sede regionale di viale Aldo Moro. In mancanza del servizio garantito fino a ieri al Delta, rimane attivo provvisoriamente «soltanto quello in funzione all’ospedale di Cona – osserva Fabbri – molto distante da Lagosanto e dalle zone costiere, soprattutto difficile da raggiungere nelle giornate invernali, caratterizzate anche da fitte nebbie. I sindaci del Distretto Sud-Est – sottolinea il capogruppo Ln – si sono già espressi a favore del mantenimento della consulenza pediatrica nel Pronto soccorso del Delta». Fabbri ha recapitato un’interrogazione urgente all’assessore regionale alla Sanità, Sergio Venturi, ma chiede anche che l’Ausl metta in campo tutte le azioni necessarie al mantenimento del servizio, «rispettando così le richieste accorate dei cittadini e dei sindaci del Distretto, evitando di depauperare la sanità ferrarese di un servizio indispensabile».