APE SPA DI MONTECCHIO: DELMONTE (LEGA), LA REGIONE SI ADOPERI AFFINCHE’ ANCHE A QUESTI LAVORATORI SIA GARANTITA LA CIG IN DEROGA

“La regione si adoperi e faccia tutto il possibile affinché i lavoratori dell’Ape Spa di Montecchio Emilia, ad oggi in cassa integrazione straordinaria a zero ore, rientrino nella categoria beneficiaria della cassa integrazione guadagni in deroga regionale”.
Gabriele Delmonte, vicecapogruppo della Lega Nord in Consiglio Regionale porta così all’attenzione di via Aldo Moro quanto accaduto all’Ape Spa di Montecchio Emilia (RE), azienda leader nel comparto manufatti in cemento per strutture prefabbricate, controllata quasi completamente da Unieco.

“L’azienda – spiega Delmonte – è stata dichiarata fallita lo scorso 24 marzo; fallimento causato da una crisi derivante dai pagamenti non ottenuti per i lavori effettuati. Il più eclatante è quello riguardante i lavori realizzati per l’Università di Milano, con la ditta assegnataria che doveva eseguire i lavori avviata alla procedura fallimentare; in tal modo si è bloccata una commessa che avrebbe consentito all’azienda di continuare la propria attività. Successivamente al fallimento dichiarato a Marzo, i lavoratori sono stati messi in cassa integrazione straordinaria a zero ore fino ad Ottobre 2017 ma gli ammortizzatori sociali non sono garantiti in quanto, di fatto, l’azienda non esiste più”.

“L’urgenza – continua Delmonte – al momento è cercare di mantenere gli ammortizzatori sociali, che ad oggi rappresentano l’unico appiglio di salvezza possibile per i 63 lavoratori e per le loro famiglie. A Novembre, con delibera di Giunta n. 1984/2016, la Regione ha finanziato per un importo di 25 milioni e 500 mila euro la cassa integrazione guadagni in deroga regionale. Per questo – conclude – invito la Giunta a fare rientrare anche i lavoratori dell’Ape Spa Montecchio Emilia nella categoria beneficiaria della cassa integrazione guadagni in deroga regionale. Non possiamo dimenticare queste persone che hanno perso il lavoro non certo a causa loro”.