ATTACCHI A CENTRO PROFUGHI E A MONUMENTO FOLGORE. RAINIERI (LN): “ATTI ENTRAMBE DA CONDANNARE MA LA VIOLENZA NON è SOLO DI DESTRA”

“Sono curioso di sapere se il neo segretario provinciale del PD definisce di impronta fascista anche l’indegno vilipendio al monumento ai soldati della Folgore come ha definito l’altrettanto ignobile rogo appiccato a Lesignano nell’ex caseificio che avrebbe dovuto ospitare clandestini”. Con queste parole il Vice Presidente dell’Assemblea legislativa dell’Emilia-Romagna ed esponente della Lega nord, Fabio Rainieri, è intervenuto sugli attacchi vandalici avvenuti a San Michele Cavana, frazione di Lesignano Bagni e al Parco Bizzozzero a Parma. 

“Se Cesari crede di far passare la violenza solo come fascista, ha iniziato proprio male il suo mandato, nel segno dell’ipocrisia tipica della sinistra – ha quindi proseguito il Consigliere regionale leghista – Tutti sanno infatti che la violenza è stata assolutamente anche comunista ed è costantemente usata da quelle zecche sempre di sinistra che non accettano nessun confronto democratico e sulle quali sicuramente si concentreranno le indagini degli inquirenti per il vandalismo del Parco Bizzozzero. Noi della Lega Nord ne sappiamo qualcosa delle aggressioni e delle minacce subite anche in tempi recenti da quei personaggi che però non sono riusciti a intimidirci. Comunque i due atti sono entrambe vili e da condannare, provengano da destra o da sinistra, non fa differenza. Non va però dimenticato che, anche se la violenza non è mai giustificata, il problema dell’accoglienza dei clandestini è enorme ed è male affrontato mentre la violenza di quei personaggi riconducibili alla sinistra è stata troppo spesso tollerata con altrettanto enorme ipocrisia. Questi signori però non riusciranno a scalfire l’immensa e giusta stima che tantissimi parmigiani hanno verso il glorioso corpo dei parà della Folgore. Ai suoi militi continueremo a dire ad alta voce GRAZIE, W LA FOLGORE”.