AUTORECUPERO PER ALLOGGI POPOLARI: MARCHETTI (LEGA), APPROVATA RISOLUZIONE LEGA PER INTRODURLO CON LA REVISIONE DELLA LEGGE REGIONALE

“La Regione ha perso un’importante occasione per dare una svolta nell’assegnazione degli alloggi popolari, ma grazie all’approvazione di una risoluzione del Carroccio non tutto è perduto”.

Daniele Marchetti, consigliere regionale della Lega Nord commenta così la bocciatura di una proposta di legge di cui era primo firmatario che chiedeva di introdurre il principio dell’autorecupero degli alloggi popolari all’interno della normativa regionale, guardando però con fiducia al lavoro dei prossimi mesi.

“E’ vero – spiega -, la proposta di legge non è passata, ma l’aula ha accolto una nostra risoluzione che impegna la Giunta a valutare, in sede di revisione della legge che disciplina il settore abitativo pubblico, la pratica di autorecupero degli alloggi di edilizia residenziale. Peccato solo che anche questa volta sia persa l’occasione di risolvere le cose subito”.

“Sappiamo – chiarisce Marchetti -, che i territori non riescono a far fronte alla richiesta di case popolari anche perché molti appartamenti ancora vuoti non possono essere assegnati, visto che richiedono interventi di manutenzione. E qui, però, dobbiamo fare una distinzione: ci sono case che hanno bisogno di lavori importanti, ma altre che richiedono interventi di basso costo. La nostra proposta riguardava questi ultimi prevedendo l’assegnazione con la clausola dei lavori di manutenzione necessari a carico dei futuri inquilini. Grazie alla regolamentazione dell’autorecupero – evidenzia ancora Marchetti -, un assegnatario potrebbe far eseguire di tasca propria piccoli lavori all’interno dell’alloggio, certificando e rendicontando tutto. L’ente proprietario poi controllerebbe se i lavori sono stati eseguiti a regola d’arte e solo allora l’assegnatario otterrebbe definitivamente le chiavi dell’alloggio. Chiaramente le spese sostenute gli verrebbero scalate dalle mensilità successive. Un guadagno per tutti insomma”.

“Ma la maggioranza ha preferito rimandare. Anche se il PDL non è passato, nulla è perduto – conclude Marchetti -. Ora aspettiamo la Giunta al varco. Da parte nostra vigileremo affinché questo autunno, quando si avvierà la revisione della legge regionale, gli uffici terranno realmente in considerazione il tema dell’autorecupero che potrebbe finalmente dare una importante risposta a tutti quei cittadini che da tanto tempo aspettano l’assegnazione di un alloggio”.