BANCHE, LEGA E-R OTTIENE NICASTRO IN COMMISSIONE. AUDIZIONE IL 25 GENNAIO

La Lega Nord ottiene l’audizione del presidente di nuova Carife (e della altre ‘good bank’) Roberto Nicastro in commissione Bilancio in Regione Emilia Romagna. Al centro “il decreto Salva Banche con particolare riferimento alla situazione emiliano romagnola di Carife e Banca Marche”.

L’audizione è fissata per lunedì 25 gennaio, alle 15,30, annuncia il presidente di commissione Massimiliano Pompignoli, consigliere leghista. A invocare la presenza di Nicastro in Regione erano stati, nei giorni scorsi, il capogruppo leghista Alan Fabbri e lo stesso Pompignoli, che aveva formalizzato l’invito, a cui il numero uno dei nuovi istituti di credito ha risposto nell’arco di una settimana.

“La presenza del presidente Nicastro sarà un’opportunità di chiarezza e trasparenza – dicono Fabbri e Pompignoli -. Riconosciamo al presidente di aver risposto con puntualità e disponibilità alla nostra richiesta.  Chiederemo a Nicastro quali scenari futuri si apriranno con la cessione delle banche, l’inserimento di una clausola di territorialità che garantisca una rappresentanza territoriale a Carife e quale la posizione delle good bank in relazione alle azioni di responsabilità già avviate dalle amministrazioni straordinarie”. “Chiederemo al Pd di render conto dei silenzi del ministro (ferrarese) Franceschini. Esponenti Pd come Luigi Marattin e Luigi Vitellio – sottolinea Fabbri – sono senza pudore: giustificano le colpe di un governo che ha desertificato i risparmi di migliaia di cittadini. Sono collaborazionisti di Renzi. Ci auguriamo che la mobilitazione che stiamo portando avanti svegli il governo, pretendiamo risarcimenti integrali e per tutti”.