BARGI (LEGA): “COMMISSIONE SANITA’: L’INCIUCIO PD-5 STELLE E’ SERVITO”

“Dopo la spartizione delle poltrone che contano all’interno della Commissione speciale su “Bibbiano”, ancora una volta “l’inciucio” fra Partito democratico e Movimento 5 Stelle ha partorito l’ennesima poltrona. L’elezione di Silvia Piccinini alla vicepresidenza della Commissione Sanità, che spettava ai partiti di minoranza, è stata resa possibile grazie ai voti dei consiglieri del Partito democratico i quali, per prassi istituzionale, avrebbero dovuto astenersi dal voto, avendo già l’altro vicepresidente della Commissione medesima”.

Il capogruppo della Lega, Stefano Bargi, stigmatizza il comportamento “di poca lealtà e correttezza” del Partito democratico “che guarda alle prossime elezioni regionali con evidente timore, visti e considerati i tentativi di captatio benevolentiaenei confronti del Movimento 5 Stelle, palesemente e strumentalmente sostenuto nel corso delle ultime elezioni, sia nella Commissione “Bibbiano” che in quella “Sanità”.

“Non c’è che dire: i due partiti che sino a qualche mese fa sembravano agli antipodi, oggi dimostrano di aver sotterrato l’ascia di guerra, per unirsi in un’alleanza volta alla lottizzazione delle poltrone cardine dell’amministrazione regionale. Ormai è chiaro: si fa sempre più concreta l’ipotesi che in Emilia-Romagna il Movimento 5 Stelle sosterrà la candidatura del governatore, Stefano Bonaccini, alla presidenza della Regione. Un’alleanza, quella Pd-5Stelle che, probabilmente sotto le ipocrite spoglie della desistenza, porterà i 5 Stelle a non proporre alcun candidato, a dispetto di quanto avverrà in Umbria dove i due nuovi alleati di governo correranno insieme sostenunto un candidato terzo, un “civico”. La misura di quanto i 5 Stelle ora vestano i panni dei camerieri del Pd è sottolineata dal fatto che in Emilia-Romagna il Partito democratico sosterrà il secondo mandato di Bonaccini, quel Governatore che i 5 Stelle, sino a poco tempo fa, percepivano come sabbia negli occhi” conclude Bargi.