BARGI (LN): “TRENO GIGETTO, BOCCIATA LA MIA PROPOSTA NONOSTANTE GLI ACCORDI CON L’ASSESSORE DONINI. SLEALTA’ DA BASSA POLITICA, PAGANO GLI UTENTI”

“Slealtà da bassa politica”. Stefano Bargi, consigliere della Lega Nord, bolla così la bocciatura, da parte dell’assemblea regionale, della proposta di sviluppare la linea ferroviaria Modena-Sassuolo, quella del famoso e spesso famigerato treno ‘Gigetto’. “Una volta arrivati al voto in aula, Il Pd ha sconfessato la disponibilità che l’assessore Donini, a cui in questo caso do atto di indubbia ragionevolezza, aveva espresso. Un bell’esempio di giochetto da Prima Repubblica”. Peccato che la linea Modena-Sassuolo sia tutt’altro che un giochetto, con un bacino di utenza al terzo posto tra le tratte regionali. “Miglioramento della banchina, l’annosa questione dei passaggi a livello di Formigine, sicurezza e sistema di controllo per il pagamento dei biglietti: la mia proposta conteneva punti per dare finalmente al tragitto la dimensione che merita, con il collegamento fino a Bologna, considerando come altrimenti tuttora in tanti, penso agli studenti, saltino la tratta e vadano a prendere il treno direttamente a Modena. Tutto evaporato nonostante un ragionevole accordo bipartisan. In aula è andato in scena un esempio della politica peggiore”.