CORGHI: DELMONTE (LEGA), RISOLUZIONE IN REGIONE PER TUTELARE LAVORATORI E SCONGIURARE DELOCALIZZAZIONE

Una risoluzione in Regione Emilia Romagna perché la giunta si impegni a tutelare i dipendenti della Corghi di Correggio. Lo annuncia Gabriele Delmonte, vicecapogruppo della Lega Nord in via Aldo Moro a seguito della decisione aziendale di delocalizzare il reparto “smontagomme pesante”, che impiega una ventina di lavoratori anche se gli addetti interessati sembrerebbero di più.

“A quanto si apprende – spiega Demonte – l’azienda, vorrebbe trasferire la fase della produzione riguardante lo ‘smontagomme pesante’ in Croazia, più precisamente nella città di Osjac. Ma – precisa l’esponente leghista -, questa parte della produzione opera in collegamento con altri reparti e, per questo stabilire il numero esatto dei dipendenti che rischiano di trovarsi in difficoltà è impossibile, ma certo  rischia di essere superiore alle 20 unità fino ad ora indicate”.

“La Corghi – attacca Delmonte – è una realtà particolarmente importante per il territorio che, negli stabilimenti del gruppo conta quasi un migliaio di dipendenti, di cui oltre 520 a Correggio. Per questo non possiamo perdere una parte della produzione. Qualsiasi trasferimento rischia, infatti, di essere il primo passo di una lunga delocalizzazione che avrebbe conseguenti pesantissime per il nostro territorio”.
“Secondo le rappresentanze sindacali – continua -, il problema principale che denuncia l’impresa riguarda il costo del lavoro. Per questo motivo – conclude – presenterò una risoluzione in regione per scongiurare la delocalizzazione e per chiedere alla Giunta di attivarsi in ogni sede affinché, anche attraverso un sistema di fiscalità di vantaggio la Corghi continui a produrre sul nostro territorio”.