DELMONTE (LEGA NORD): “LEGGE SUL PANE? PERSA L’OCCASIONE DI VALORIZZARE I PRODOTTI EMILIANO-ROMAGNOLI”

“Un’occasione persa, che non valorizza appieno le capacità degli artigiani panificatori dell’Emilia-Romagna”. Questa l’opinione del consigliere regionale della Lega Nord, Gabriele Delmonte, espressa nel corso della discussione generale della legge sulla “Produzione e vendita del pane e dei prodotti da forno” approvata oggi dall’assemblea legislativa.

“Un progetto di legge, sul cui voto ci siamo astenuti – spiega Delmonte – che certamente porta con sé aspetti positivi in termini di trasparenza del prodotto e dunque di tutela del consumatore, ma che, d’altro canto, lascia qualche perplessità in ordine all’effettiva capacità di questa normativa di valorizzare appieno le capacità dei nostri artigiani panificatori”.

“Non sarà di certo l’istituzione di una “Giornata del pane” a valorizzare l’arte e la maestria che contraddistingue i panificatori emiliano-romagnoli. Piuttosto – sottolinea e propone il consigliere leghista – sarebbe stato il caso di seguire l’esempio di quanto avviene nella vicina Regione Veneto, che ha istituito il marchio “Forno di qualità”: un marchio di semplice e immediata comprensione per il consumatore, apposto negli esercizi commerciali che rispettano i protocolli di produzione previsti per legge e che, di per sé, garantisce la qualità del prodotto”. “Così come sarebbe stato più utile che la legge approvata oggi avesse previsto anche l’istituzione di un registro dei prodotti tipici regionali: così come esistono il pane “toscano” e quello “pugliese”, forse registrare e istituire un pane “emiliano” sarebbe stato più utile che istituire una semplice “Giornata del pane”.