Delmonte (Lega): “Reggio Emilia, ambulanze che sbagliano indirizzo, situazione GRAVE e ASSURDA.”

“Assurdo, oltre che grave, trovarsi in questa situazione nel 2017…”. Gabriele Delmonte, consigliere regionale della Lega Nord, denuncia l’escalation di disagi provocati  dalla chiusura della centrale operativa del 118 a Reggio Emilia, col conseguente smistamento delle chiamate gestito a Parma, riferimento per tutta l’area Emilia ovest. “I casi si moltiplicano”, racconta il consigliere del Carroccio, “e le segnalazioni mi sono giunte anche dalla Polizia Municipale”. Eclatante l’esempio di via Cervi, molto comune nella toponomastica provinciale: “Come è naturale, a Parma non conoscono al meglio il territorio reggiano, dunque capita spesso che i soccorsi arrivino sì nella strada giusta, ma nel Comune sbagliato. Con le evidenti e gravi problematiche che ne conseguono”. Delmonte ha depositato un’interrogazione alla Giunta regionale, in cui chiede risposte concrete a questo problema. Sottolineando quella che sarebbe la soluzione migliore: “Un unico numero di emergenza, il 112, come già sperimentato in Lombardia”. Con ottimi risultati: “Oltre a minimizzare gli errori, migliorando l’efficienza, – evidenzia Delmonte  – questo strumento permette la geolocalizzazione delle chiamate. Tradotto: interventi più veloci ed efficaci, oltre che tracciabilità”. Per eliminare rischi potenzialmente anche molto gravi per chi chiama l’ambulanza. “Abbiamo a disposizione le  tecnologie più avanzate – chiude il consigliere – dobbiamo usarle senza indugi, trattandosi della salute dei cittadini”.