Assunzione di personale dirigenziale presso l’AUSL unica di Romagna.

Testo dell'atto

INTERROGAZIONE A RISPOSTA SCRITTA

Il sottoscritto Consigliere del gruppo Lega Nord Emilia e Romagna Massimiliano Pompignoli

Premesso che:

../ In data 18 dicembre 2014 si è svolta la presentazione, da parte del Direttore Generale Des Dorides ai membri dell’Ufficio di Presidenza della Conferenza Territoriale Socio Sanitaria (CTSS), dell’ Atto Aziendale della nuova Ausl unica di Romagna, il cui testo descrive ­ secondo quanto riportato dalla stessa azienda – l’assetto, la filosofia organizzativa e i principi nonché gli obiettivi dell’ ente che dovranno poi essere tradotti in progetti e programmi di attività declinati sul territorio romagnolo; ../ Lo stesso documento è stato poi trasmesso ai Sindaci del comprensorio romagnolo per intraprendere un percorso di confronto e dibattito sul sistema sanitario pubblico locale; Valutato che: ../ Il documento di indirizzo diffuso dal Direttore Generale dell’ Ausl unica di Romagna di fatto non. risponde alle preoccupazioni di medici . ed infermieri che più di una volta hanno manifestato rimostranze ed evidenziato deficienze nell’operatività quotidiana all’interno di reparti e pronto soccorsi; ../ D.opo oltre un anno dal taglio del nastro nulla è cambiato e criticità ed incognite sono all’ordine del’ giorno: blocco del turn over, liste di attesa m aumento e personale sanitario demansionato e demotivato; ../ Tagliare linearmente, indipendentemente dall’analisi di . merito della spesa, sta incidendo sulla qualità del servizio socio sanitario innescando un irreversibile depauperamento della società civile; ../ La sanità romagnola, preso atto dell’irreversibilità del procedimento di costituzione dell’Ausl unica di Romagna, “sopravvive” grazie alla professionalità di medici e personale  AL/2015/2187 del 21/01/2015 infennieristico che – nonostante i tagli lineari perpetrati dalla Giunta Regionale – si adoperano a 360 gradi per sopperire alle carenze economico strutturali dettate dalla confusione organizzativa propria della nuova Ausl unica; Considerato che: ./ La strategia operativa della direzione aziendale dell’Ausl unica tende a sacrificare le piccole realtà ospedali ere romagnole – guali a titolo esemplificativo i presidi di Bae;no di Romagna, Santa Sofia, Santarcangelo di Romagna, Novafeltria etc … – declassandole a “ospedali di comunità” e/o C.d. “case della salute”, per lasciare spazio al moltiplicarsi di dirigenti e personale amministrativo che sembrerebbe non subire il taglio semplicistico imposto, per contro, ai piccoli nosocomi di vallata; ./ In tutti questi anni gli ospedali minori non soltanto hanno ben risposto alla domanda di cura e assistenza dei cittadini, ma hanno altresÌ garantito supporto e sgravio lavorativo agli ospedali metropolitani evitandone il collasso; ./ Si prospetta, così facendo, un’operazione di “scrivaniflcio” a tutti gli effetti improntata alla decÌassazione forzata dei piccoli seppur funzionali ospedali di periferia in nome del rispannio e dell’ottimizzazione delle risorse a fronte, per contro, del moltiplicarsi di nomine e incarichi dirigenziali; Interroga la Giunta regionale per conoscere 1) Le nuove assunzioni di personale dirigenziale a partire dalI gennaio 2014 (data inaugurale dell’Ausl unica di Romagna), il livello reddituale assegnato a ciascuno di essi nonché gli eventuali “premi” concessi; 2) La reale proporzione tra personale dirigenziale ed operatori di corsia (medici, primari ed infermieri) al fine di far luce sui costi dell’intero apparato ospedaliero.

Dettagli

  • Tipo Interrogazione
  • Data 30 giugno 2015
  • Firmatari Pompignoli
Scarica Atto
Back to Top