Bollo auto storiche ultraventennali.

Testo dell'atto

R I S O L U Z I O N E
(Ai sensi dell’art. 107 del Regolamento)
I sottoscritti Consiglieri del Gruppo Lega Nord Emilia e Romagna
Premesso che:

1) La Legge Regionale 21 dicembre 2012, n. 15, introduce le norme in materia di tributi regionali.
2) L’art. 7, comma 2, della L.R. n.15/2012 ha stabilito che “Dal 1° gennaio 2013 gli autoveicoli ed i motoveicoli, esclusi quelli adibiti ad uso professionale, di anzianità tra i venti e i trent’anni, classificati d’interesse storico o collezionistico, sono esentati dal pagamento della tassa automobilistica regionale”.
3) Per ottenere l’esenzione dal pagamento della tassa automobilistica regionale occorre che i proprietari degli autoveicoli e dei motoveicoli presentino la determinazione rilasciata dall’ASI o dalla FMI in data successiva al 1° gennaio 2013 agli uffici competenti.
4) Come citato all’art. 7, comma 4, della legge sopra citata: “I veicoli di cui ai commi 1 e 2 sono assoggettati, in caso di utilizzazione sulla pubblica strada, ad una tassa di circolazione forfettaria annua di euro 25.82 per gli autoveicoli e di euro 10.33 per i motoveicoli”.
Considerato che:

La Legge 23 dicembre 2014, n. 190 (Legge di stabilità 2015) all’art. 1 comma 666 prevede che venga meno l’agevolazione per i veicoli ultraventennali, che sarebbero così costretti dal 2015 ad essere nuovamente assoggettati al pagamento dell’ordinaria tassa automobilistica, a prescindere dal fatto che il veicolo sia posto o meno in circolazione.

L’Aci avrebbe emanato una direttiva volta a far rispettare le disposizioni della Legge 23 dicembre 2014, n. 190, contraddicendo così quanto disposto dalla Legge Regionale 15/2012.

Le Regioni che hanno emanato una legge in materia avrebbero deciso di non cambiare la propria legislazione per adeguarla alla nuova Legge nazionale sopracitata.
I M P E G N ANO LA GIUNTA REGIONALE A:

Ad attivarsi con una modifica legislativa per far sì che tutti i motoveicoli e gli autoveicoli classificati d’interesse storico o collezionistico utilizzati sulla pubblica strada siano anch’essi esentati dal pagamento della tassa automobilistica.

Ad attivarsi affinché, per ottenere l’esenzione dal pagamento della tassa automobilistica, si possa semplicemente inviare per posta elettronica la copia della certificazione attestante l’iscrizione all’ASI o alla FMI agli uffici competenti (Aci e Ufficio Tributi Regioni).

A dare la massima diffusione alle modifiche legislative richieste, per consentire a tutti i proprietari di autoveicoli e motoveicoli di interesse storico o collezionistico di richiedere l’esenzione dal pagamento della tassa automobilistica nelle modalità previste dalla nuova normativa.

Ad impegnarsi affinché non venga recepita la direttiva ACI rifacentesi alla Legge 190 del 23/12/2014 che, scavalcando quanto disposto all’art. 7 della Legge Regionale 15/2012, costringerebbe tutti i veicoli ultraventennali (compresi quelli che non circolano su strada) a pagare l’ordinaria tassa automobilistica.

Dettagli

  • Tipo Risoluzione
  • Data 12 gennaio 2015
  • Firmatari Bargi, Delmonte, Fabbri, Liverani, Marchetti, Pettazzoni, Pompignoli, Rainieri, Rancan
Scarica Atto
Back to Top