Cà de Fabbri inquinata.

Testo dell'atto

INTERROGAZIONE A RISPOSTA SCRITTA

Il sottoscritto
Consigliere del Gruppo Lega Nord

 

Premesso che:

  • In località Cà de Fabbri nel Comune di Minerbio era assodato un inconveniente igienico-sanitario relativo ad un fosso poderale di via Ronchi;

 

Vista:

  • La risposta all’interrogazione 3734/2016;

 

 

Considerato che:

  • Il comune di Minerbio, cercando di attenuare le preoccupazioni, parla di presunti inconvenienti di natura igienico-sanitaria con criticità estremamente contenuta;

 

Rilevato che:

  • Si è individuata la possibile origine dell’inconveniente;

 

  • Erano in corso, da parte dell’amministrazione comunale, contatti per poter ispezionare quegli impianti che avrebbero potuto scaricare in modo irregolare;

 

  • Il Corpo Forestale dello Stato è stato contattato per collaborare con le indagini in corso;

 

  • Ausl e Arpae, in seguito ad un incontro con il comune di Minerbio, avevano attivato una serie di controlli in merito;

 

 

 

Ritenuto che:

  • Il tempo trascorso è stato sufficiente per poter rilevare gli eventuali errori e per poterli correggere;

 

  • I cittadini hanno l’assoluto diritto di vedersi tutelati contro eventuali eventi inquinanti;

 

  • L’ambiente va tutelato da ogni forma di contaminazione;

 

Interroga la Giunta Regionale per sapere:

  • Lo stato attuale dei controlli;

 

  • Cosa è stato fatto per tornare ad una situazione di normalità e di legalità;

 

  • Se ritiene che la situazione attuale è da ritenersi regolare.

Dettagli

  • Tipo Interrogazione
  • Data 14 giugno 2017
  • Firmatari Marchetti
Scarica Atto Scarica Risposta
Back to Top