Cani alla catena.

Testo dell'atto

INTERROGAZIONE A RISPOSTA SCRITTA

I sottoscritti
Consiglieri del Gruppo Lega Nord

 

 

Premesso che:

 

  • La Legge regionale 17 febbraio 2005, n. 5 istituisce le “Norme a tutela del benessere animale”;

 

  • All’art. 3 (Responsabilità e doveri generali del detentore) della LR 5/2005 si legge al comma 2 bis che “al detentore di animali di affezione è vietato l’utilizzo della catena o di qualunque altro strumento di contenzione similare, salvo per ragioni sanitarie, documentabili e certificate dal veterinario curante, o per misure urgenti e solo temporanee di sicurezza”;

 

 

Considerato che:

 

  • All’art. 4 (Norme tecniche di attuazione) comma 1 della LR si indica che “la vigilanza in ordine all’attuazione delle disposizioni della presente legge è svolta dalle Aziende Unità sanitarie locali, dalle Province e dai Comuni”;

 

 

Appurato che:

 

  • Ad oggi questa normativa viene interpretata dai vari enti preposti all’attuazione in diversi modi rendendo inefficaci molti interventi a tutela degli animali;

 

  • Molti Comuni chiedono ai propri agenti di PM di sanzionare sempre chi ha un cane alla catena;

 

  • Gli operatori addetti al controllo si ritrovano a doversi districare tra una lettura della normativa che lascia larghi margine di interpretazione;

 

 

 

 

 

Visto che:

 

  • In risposta a mia richiesta di informazioni (pratica 40/2018) viene definito che la responsabilità per decidere se sussistono le condizioni per detenere il cane a catena solo per motivi urgenti e temporanei al fine di prevenire problematiche di incolumità pubblica, è a carico del proprietario/detentore dell’animale;

 

 

Interrogano la Giunta per sapere:

 

  • Se è stata valutata l’ipotesi di correggere la normativa per indicare in modo chiaro cosa è permesso e cosa non lo è;

 

  • Se ci sia la possibilità di ricorsi in caso di sanzioni e come si intenda tutelare chi (ente ed operatore) possa essere colpito dagli stessi;

 

  • Come si intendono tutelare gli enti controllori in caso di spese aggiuntive collegate ad eventuali rimborsi e procedimenti amministrativi.

Dettagli

  • Tipo Interrogazione
  • Data 31 gennaio 2018
  • Firmatari Bargi, Delmonte, Fabbri, Liverani, Marchetti, Pettazzoni, Pompignoli, Rainieri, Rancan
Scarica Atto Scarica Risposta
Back to Top