Centrali di acquisto in sanità. Perchè non farle con Lombardia e Vento?.

Testo dell'atto

INTERROGAZIONE A RISPOSTA SCRITTA

I sottoscritti
Consiglieri del Gruppo Lega Nord

Premesso che:

  • con la pubblicazione del Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 24 dicembre 2015 è diventata operativa a tutti gli effetti la normativa sui Soggetti Aggregatori, introdotta dal DL 66/2014 e successive modifiche ed integrazioni;

 

  • la sopracitata normativa obbliga le pubbliche amministrazioni statali, le Regioni, gli enti regionali e le Aziende Sanitarie ad approvvigionarsi dai Soggetti Aggregatori (per l’Emilia Romagna Intercent-er) per le categorie di beni e servizi previsti dal DPCM del 24 dicembre 2015;

Considerato che:

  • con un nostro atto di indirizzo presentato e approvato dall’Assemblea Legislativa dell’Emilia-Romagna in data 28/04/2015 abbiamo chiesto alla Giunta di valutare, di concerto con altre amministrazioni regionali, l’opportunità e la convenienza circa l’individuazione di forme di collaborazione tra diversi Soggetti Aggregatori;

 

  • tale indirizzo ha portato la discussione al centro dell’agenda del Tavolo dei Soggetti Aggregatori;

Rilevato che:

  • la Regione Emilia-Romagna ha formalizzato un primo accordo con altre amministrazioni regionali per una procedura di gara inerente il servizio di raccolta, lavorazione plasma e distribuzione dei prodotti emoderivati;

 

  • con il suddetto accordo si otterrà un risparmio annuo stimato di 7,9 Milioni di euro dovuto alla riduzione dei costi medi di lavorazione, una resa più alta e un maggior numero di farmaci ottenuti;

Ritenuto che:

  • le collaborazioni tra diversi Soggetti Aggregatori potrebbero consentire ulteriori economie di scala e risparmi sugli acquisti da parte delle Amministrazioni regionali e delle aziende partecipate sull’acquisto di farmaci, dispositivi biomedici e tecnologie ad alto costo;

 

  • sarebbe importante siglare accordi con altre realtà regionali, in particolar modo con quelle a noi attigue

 

Interrogano la Giunta per sapere se:

  • sono allo studio altre collaborazioni tra diversi soggetti aggregatori;

 

  • si ritiene opportuno intavolare collaborazioni con le Regioni confinanti, come ad esempio Lombardia e Veneto.

Dettagli

  • Tipo Interrogazione
  • Data 27 ottobre 2017
  • Firmatari Bargi, Delmonte, Fabbri, Liverani, Marchetti, Pettazzoni, Pompignoli, Rainieri, Rancan
Scarica Atto Scarica Risposta
Back to Top