Commissioni invalità senza medico Inps.

Testo dell'atto

INTERROGAZIONE A RISPOSTA SCRITTA

Il sottoscritto
Consigliere del Gruppo Lega Nord

 

Premesso che:

  • La Legge 102/09 obbliga le Commissioni mediche specifiche delle Aziende sanitarie locali per gli accertamenti sanitari di invalidità civile, cecità civile, sordità civile, handicap e disabilità ad integrarsi con un medico Inps;

 

Rilevato che:

  • Dal 01/01/2016 al 31/12/2016 risultano 5826 pratiche trattate dall’Ausl di Imola di cui 916 in assenza del medico Inps;
  • Dal 01/01/2017 al 30/04/2017 risultano 2120 pratiche trattate dall’Ausl di Imola di cui 525 in assenza del medico Inps;

 

Considerato che:

  • La direzione provinciale di Bologna dell’Inps ha confermato, mezzo stampa, che la presenza del medico Inps tra il 2016 e il primo semestre del 2017 è stata, all’interno delle Commissioni dell’Ausl di Imola, tra l’80.45% e l’86,90% mettendo così in risalto un grande numero di Commissioni “scoperte”;

 

Visto che:

  • La presenza obbligatoria richiesta dalla Legge 102/09 potrebbe mettere a rischio i risultati e gli esiti delle Commissioni prive di medico Inps;

 

Interroga la Giunta Regionale per sapere:

  • Quanti sono, nell’Ausl di Imola, i casi di richiamo di cittadini che, dopo la prima Commissione, hanno richiesto ulteriori accertamenti da parte di Inps;

 

  • Quanti dei casi di cui sopra segnalavano l’assenza del medico Inps durante la prima Commissione;

 

  • Se, dal punto di vista legale, non ci potrebbero essere ripercussioni in caso di ricorso sugli esiti di quelle Commissioni che, per assenza del medico Inps, risulterebbero di fatto irregolari.

Dettagli

  • Tipo Interrogazione
  • Data 3 agosto 2017
  • Firmatari Marchetti
Scarica Atto
Back to Top