Concorso Responsabile della U.O Diagnostica ematochimica presso l’Azienda Ospedaliera Universitaria di Parma.

Testo dell'atto

INTERROGAZIONE a risposta scritta  

Il sottoscritto Consigliere regionale del gruppo Lega Nord Emilia e Romagna

 

Premesso che la struttura complessa di Diagnostica ematochimica dell’Azienda ospedaliero universitaria di Parma è diretta da un responsabile facente funzione da quando, nel settembre 2015, l’allora incaricato ordinario, che eccelleva per pratica professionale, titoli e studi scientifici anche a livello internazionale, avendo tra l’altro ricevuto proprio in quello stesso anno negli USA il massimo riconoscimento internazionale per gli studi sulla sicurezza del paziente, si è trasferito presso il Policlinico universitario di Verona.

Evidenziato che tale reparto garantisce, non solo al polo ospedaliero di cui fa parte ma anche al territorio provinciale di Parma e, per alcune specifiche casistiche cliniche e diagnostiche, ad altri enti sanitari ospedalieri e territoriali sul territorio nazionale, il servizio di una vastissima serie di analisi anche di notevole complessità per un numero di circa 8 milioni all’anno.

Rilevato che il concorso per l’incarico presso l’Azienda ospedaliero universitaria di Parma di “Responsabile di Struttura Complessa: Direttore U.O. Diagnostica Ematochimica” è stato bandito con pubblicazione sul BUR Emilia-Romagna n. 42 (parte Terza) del 28.02.2018 e che, alla scadenza del termine stabilito, risulterebbero presentate diverse domande di partecipazione ma, trascorsi più di sei mesi, i candidati non sarebbero ancora stati convocati per il colloquio di valutazione.

Considerato che la provvisorietà dell’incarico di responsabile di un così importante e complesso reparto di laboratorio analisi, non consentirebbe di espletare la gara per il rinnovo delle attrezzature laboratoristiche e per le relative forniture, la cui preparazione sarebbe già stata in corso da parte del precedente responsabile ordinario ma sarebbe stata interrotta con il suo trasferimento.

Interroga la Giunta regionale per sapere

Se risponde al vero che i colloqui di valutazione per i candidati al concorso per l’incarico di “Responsabile di struttura complessa: U.O. Diagnostica Ematochimica”, presso l’Azienda ospedaliero universitaria di Parma non sono stati ancora convocati e, in caso affermativo, quali ne sono motivi e in quali tempi si intende concludere la procedura concorsuale con l’attribuzione del relativo incarico ordinario.

Per quali motivi ci sono voluti quasi trenta mesi per bandire il suddetto concorso.

Se conferma che l’attuale provvisorietà dell’incarico di responsabile di tale reparto laboratoristico impedisce lo svolgimento della gara per il rinnovo delle attrezzature e relative forniture e in quali tempi ritiene possa essere espletata tale procedura.

Se condivide che la situazione di provvisorietà nella direzione di un reparto di così elevata attività e complessità e il mancato rinnovamento delle attrezzature e forniture di esso comportino difficoltà operative per l’insieme delle prestazioni sanitarie che dovrebbe fornire un polo ospedaliero universitario di alta specializzazione come dovrebbe essere l’Ospedale Maggiore di Parma e che siano problematiche da risolvere celermente anche in considerazione della necessità di rilancio che ha lo stesso Ospedale a causa del suo ridimensionamento in atto.

Dettagli

  • Tipo Interrogazione
  • Data 22 ottobre 2018
  • Firmatari Rainieri
Scarica Atto
Back to Top