Convenzioni e istituto ortopedico Rizzoli.

Testo dell'atto

INTERROGAZIONE A RISPOSTA SCRITTA

Il sottoscritto
Consigliere del Gruppo Lega Nord

 

Premesso che:

 

  • La Legge 190/2012 “Disposizioni per la prevenzione e la repressione della corruzione e dell’illegalità nella pubblica amministrazione”, individua nel livello di intervento aziendale il Responsabile della Prevenzione della Corruzione (RPC), di nomina del Direttore generale, con ruolo trasversale di promotore, formatore, coordinatore e verificatore di tutte le attività mirate a prevenire il fenomeno corruttivo;

 

  • Chi è designato a ricoprire il ruolo di RPC dalla Direzione generale, oltre alle competenze necessarie non deve essere soggetto a conflitti di interesse al fine di svolgere con totale imparzialità la propria azione;

 

Considerato che:

 

  • L’attuale RCP ricopre il ruolo unitamente all’incarico di responsabile della SSD supporto direzionale, settore preposto all’accettazione delle interrogazioni regionali ed all’inoltro delle informazioni prodotte dallo Istituto Ortopedico Rizzoli (IOR);

 

  • Detta situazione lo rende erudito in merito a tutto ciò che dall’esterno viene inoltrato alla Direzione ed il ruolo parrebbe perciò suscettibile di generare conflitti di interesse che la norma in materia mira a scongiurare e potenzialmente reiterando la presunta violazione di quanto previsto al punto 2.1 della circolare n. 1 “Dipartimento della funzione pubblica” del 24/01/2013;

 

Visto che:

 

  • Con atto deliberativo n. 233 del 28 ottobre 2015, lo IOR stipulò una convenzione con l’associazione di volontariato Italian Sarcoma Group (ISG) per la gestione di un progetto di ricerca europeo per Euro 25.000,00;

 

  • Il Presidente dell’associazione, Dr P.P., non ha mai provveduto ad effettuare la dichiarazione di appartenenza ad una associazione prevista dalla vigente normativa e tantomeno che dal 1 gennaio 2016 l’ISG non possedeva più i requisiti richiesti per la stipula di convenzioni con la pubblica amministrazione (Legge 190/2012 ed al DLgs n. 165 del 30 marzo 2001);

 

  • Pare che dette violazioni non siano state oggetto di alcun provvedimento da parte dell’attuale Direzione IOR e neppure di interventi da parte del RCP, come dimostra la scheda di comunicazione obbligatoria degli interessi finanziari, dell’assenza di conflitti di interesse e dell’assenza di cause di inconferibilità e di incompatibilità pubblicata sul sito web IOR- amministrazione trasparente;

 

Appurato che:

 

  • Con la perdita dei requisiti per la stipulazione di convenzioni con la P.A., il Presidente dell’associazione avrebbe dovuto darne comunicazione allo IOR e lo IOR avrebbe dovuto provvedere al recupero della somma assegnata (25.000,00 Euro), assegnazione non conforme alla normativa vigente che prevede il rimborso delle sole spese documentate;

 

Interroga la Giunta per sapere:

 

  • Se si sia provveduto al recupero della somma assegnata all’associazione di volontariato e se si, in quali tempi e con quali modalità;

 

  • Quali azioni siano state attivate in merito dal RPC IOR;

 

  • Quali spese siano state documentate dall’ISG ed in seguito rimborsate dalle IOR;

 

  • Se si potrebbero ravvisare conflitti di interesse e parzialità nell’azione dell’RPC;

 

  • Il motivo per cui nella comunicazione obbligatoria degli interessi finanziari, dell’assenza di conflitti di interesse e dell’assenza di cause di inconferibilità e di incompatibilità del Dr P.P. non risulti dichiarata la Presidenza dell’ISG;

 

  • Quali forme di controllo in merito alle dichiarazioni vengano attuate dal RCP;

 

  • Se ritenga sia improcrastinabile l’attivazione di una commissione di indagine in merito.

Dettagli

  • Tipo Interrogazione
  • Data 24 gennaio 2018
  • Firmatari Marchetti
Scarica Atto Scarica Risposta
Back to Top