Frode Parmigiano Reggiano e Grana Padano.

Testo dell'atto

INTERROGAZIONE a risposta scritta

I sottoscritti Consiglieri regionali del gruppo Lega Nord Emilia e Romagna

 

Premesso che la Procura della Repubblica di Reggio Emilia ha avviato l’azione penale a carico di 27 persone per vari reati inerenti frodi nella produzione e commercializzazione di Parmigiano Reggiano e Grana Padano.

 

Osservato che, secondo notizie stampa, le 27 persone che avrebbero ricevuto l’informazione di garanzia da parte dell’autorità inquirente svolgerebbero attività di produzione e incarichi dirigenziali, tecnici e impiegatizi nelle province di Reggio Emilia, Piacenza, Parma e Mantova, tra essi ci sarebbero il direttore del Consorzio del Grana Padana e l’ex Presidente del Consorzio del Parmigiano Reggiano e almeno 12 di essi sarebbero anche accusati di associazione a delinquere gravitando attorno alla Nuova Castelli Spa, società leader in Italia nell’esportazione di formaggi.

 

Considerato che Parmigiano Reggiano e Grana Padano sono i principali prodotti DOP italiani e che pertanto il fondato dubbio sulla regolarità della loro produzione e commercializzazione oggetto della suddetta inchiesta giudiziaria può aprire profondi squarci sull’autenticità e salubrità degli stessi con la conseguenza di provocare seri danni economici e sociali all’Emilia-Romagna.

 

Ricordato che già in passato vi sono stati dubbi sulla legittimità di alcune operazioni produttive e commerciali della Nuova Castelli peraltro anche oggetto di atti di sindacato ispettivo in Regione Emilia-Romagna verso i quali l’amministrazione regionale non ha mai preso chiare posizioni di contrarietà.

 

Rilevato che la Regione Emilia-Romagna è rappresentata, pur senza diritto di voto, nel Consiglio di amministrazione del Consorzio del Parmigiano Reggiano e dovrebbe essere impegnata in prima linea, secondo quanto reiteratamente dichiarato da diversi membri della Giunta regionale in occasioni sia passate che recenti, nel contrasto alle contraffazioni produttive e commerciali di Parmigiano Reggiano e Grana Padano.

 

Interroga la Giunta regionale per sapere

 

Se è a conoscenza del procedimento penale avviato dalla Procura della Repubblica di Reggio Emilia e ritiene di sottoporre al vaglio degli inquirenti le informazioni e la documentazione relativa alle attività degli indagati, in possesso suo e delle sue articolazioni amministrative e sanitarie.

 

Se alla luce di quanto sta emergendo dalla suddetta indagine giudiziaria, ritiene di dover migliorare la propria azione per il contrasto alle frodi nella produzione e nel commercio delle produzioni DOP e più in generale dei prodotti alimentari dell’Emilia-Romagna.

 

Dettagli

  • Tipo Interrogazione
  • Data 23 marzo 2017
  • Firmatari Delmonte, Rainieri, Rancan
Scarica Atto
Back to Top