Fuga dalla Rems di Mezzani (PR).

Testo dell'atto

 

INTERROGAZIONE a risposta scritta

 

Il sottoscritto Consigliere regionale del gruppo Lega Nord Emilia e Romagna

 

Premesso che nella giornata di martedì 2 ottobre 2018 si è allontanato dalla Rems di Casale di Mezzani senza farvi ritorno un ospite di quella stessa struttura con precedenti penali ricoveratovi per l’esecuzione di misure di sicurezza.

Rilevato che dalla data di apertura di tale struttura, avvenuta il 1° aprile 2015 a seguito della definitiva chiusura dell’Ospedale psichiatrico giudiziario di Reggio Emilia, sono quattro i casi di allontanamento non autorizzato, di cui due di soggetti ritenuti particolarmente pericolosi per la collettività perché responsabili di gravissimi delitti, il primo di tentato omicidio e mai più ritrovato, il secondo di omicidio plurimo e ritrovato poche ore dopo.

Osservato che, in occasione dell’ultima fuga, il Sindaco di Sorbolo e amministratore dell’Unione dei comuni Bassa est parmense, ha vivacemente protestato chiedendo la chiusura immediata della struttura secondo gli accordi che erano stati presi quando era stata aperta.

Evidenziato che in diverse comunicazioni dell’Assessorato regionale alle Politiche per la salute, la Rems di Casale di Mezzani così come quella di Bologna denominata “Casa degli Svizzeri” sono considerate transitorie in quanto la struttura definitiva dedicata a servizio per tutto il territorio regionale doveva sorgere a Reggio Emilia entro il 2016 ma non è ancora stata completata.

Ricordato che la Regione Emilia-Romagna, rappresentata dall’Assessore alle Politiche per la salute, ha sottoscritto lo scorso 30 maggio 2018 con la Corte d’Appello di Bologna, la Procura generale di Bologna, il Tribunale di Sorveglianza di Bologna e l’Ufficio interdistrettuale per le esecuzioni penali esterne (UIEPE) del Ministero della Giustizia, un protocollo operativo il cui obiettivo è quello di garantire la cura alle persone ricoverate presso le Rems dell’Emilia-Romagna, assicurando contemporaneamente i necessari livelli di sicurezza a tutela della collettività.

Interroga la Giunta regionale per sapere

Se condivide che il livello di sicurezza della Rems di Casale di Mezzani è molto basso e crea rischi per la collettività, per cui occorre aumentarlo con misure urgenti pur essendo la struttura transitoria.

Se il progetto di attivare un’unica Rems per tutto l’ambito territoriale regionale a Reggio Emilia è ancora attuale e quando prevede sarà completata e operativa tale struttura.

 

Dettagli

  • Tipo Interrogazione
  • Data 5 ottobre 2018
  • Firmatari Rainieri
Scarica Atto
Back to Top