Idoneità appartamenti SPRAR.

Testo dell'atto

INTERROGAZIONE A RISPOSTA SCRITTA

Il sottoscritto
Consigliere del Gruppo Lega Nord

Visto:

  • il sempre maggior afflusso di immigrati clandestini o richiedenti asilo;
  • che tra i metodi di accoglienza più diffuso troviamo il sistema denominato SPRAR;

 

Premesso che:

  • lo SPRAR ha come obiettivo principale la (ri)conquista dell’autonomia individuale dei richiedenti/titolari di protezione internazionale e umanitaria accolti, intesa come una loro effettiva emancipazione dal bisogno di ricevere assistenza;

Considerato che:

  • in base alla capacità ricettiva e all’organizzazione adottata, si possono individuare differenti tipologie di strutture,

– appartamenti;

– centri collettivi di piccole dimensioni (circa 15 persone);

– centri collettivi di medie dimensioni (fino a 30 persone);

– centri collettivi di grandi dimensioni (oltre le 30 persone);

  • gli appartamenti risultano essere la tipologia di strutture più funzionale alla realizzazione degli obiettivi propri dello SPRAR;
  • i requisiti igienico-sanitari principali dei locali d’abitazione sono indicati nel D.M. 5 luglio 1975;

 

Rilevato che:

  • un numero elevato di ospiti all’interno di singoli appartamenti può facilmente incorrere in problemi di rispetto della normativa;
  • il non rispetto delle normative mette a rischio gli stessi ospiti nelle varie strutture;

 

 

Interroga la Giunta Regionale per sapere:

  • se gli alloggi utilizzati per il progetto SPRAR devono sottostare alle normative vigenti;
  • quanti controlli e di che tipo le AUSL di Bologna e Imola hanno fatto nel corso dell’anno 2016 nelle strutture utilizzate per progetti SPRAR;
  • se siano state riscontrate irregolarità e di che tipo nel corso degli eventuali controlli.

Dettagli

  • Tipo Interrogazione
  • Data 10 marzo 2017
  • Firmatari Marchetti
Scarica Atto Scarica Risposta
Back to Top