Immigrati e centri accoglienza in Emilia Romagna.

Testo dell'atto

INTERROGAZIONE

 I sottoscritti Consiglieri del gruppo Lega Nord Emilia e Romagna

 

Premesso che

Sono in costante e continuo aumento gli arrivi di immigrati che comportano interventi di immediata accoglienza, tanto che anche il Ministero dell’interno, nella circolare del 13 aprile, definisce ‘tragica’ la situazione di emergenza e chiede a tutte le Regioni italiane di accogliere migliaia di immigrati presso strutture di accoglienza;

Considerato che

la Regione Emilia-Romagna, insieme a Piemonte, Lombardia, Veneto, Toscana e Campania, è tra le regioni chiamate ad ospitare il maggior numero di immigrati;

alcune Regioni hanno risposto negativamente alla richiesta del Ministero, dichiarando la totale o parziale indisponibilità ad accogliere le migliaia di immigrati, dato che le strutture esistenti sono già al collasso e non è possibile individuare nuove strutture di accoglienza;

Appreso che

alcuni Prefetti, sollecitati dal Viminale a fronteggiare  la ‘tragica situazione’, starebbero valutando  la possibilità di requisire immobili di proprietà pubblica o altro;

Ritenuto che

la riduzione di risorse a disposizione dei Comuni, delle Province, delle Città metropolitane, delle Regioni, per l’effetto combinato delle manovre finanziarie in corso, e degli ultimi anni, stanno determinando ricadute assai negative sul mantenimento dei servizi pubblici, sul finanziamento delle spese correnti, non consentono spazi di collaborazione con le Prefetture per garantire alloggi, vitto, assistenza, diaria, cure mediche ai circa diecimila immigrati che ogni settimana arrivano in Italia;

 

 

interrogano la Giunta

 

per sapere:

  • Il numero di immigrati attualmente ospitati presso centri di accoglienza situati in Emilia-Romagna;
  • I soggetti pubblici e/o privati che si stanno facendo carico dei costi di accoglienza;
  • Quali uffici, servizi, unità di personale siano attualmente dedicato a gestire questa emergenza;
  • Come intenda rispondere e provvedere alle richieste del Ministero dell’interno;
  • Se siano previste occupazioni di immobili requisiti, sfitti, di proprietà pubblica e/o privata o sistemazioni presso strutture recettive del territorio;
  • Come ritenga di fronteggiare i tagli di trasferimenti e mantenere servizi pubblici alla luce delle nuove spese conseguenti all’accoglienza/assistenza/mantenimento di migliaia di immigrati

Dettagli

  • Tipo Interrogazione
  • Data 16 aprile 2015
  • Firmatari Bargi, Delmonte, Fabbri, Liverani, Marchetti, Pettazzoni, Pompignoli, Rainieri, Rancan
Scarica Atto
Back to Top