Imola, problemi di apertura nei cassonetti dell’umido.

Testo dell'atto

INTERROGAZIONE A RISPOSTA SCRITTA
Il sottoscritto
Consigliere del Gruppo Lega Nord

Premesso che:

– Le pianificazioni economiche finanziarie e le modalità di applicazione della tariffazione puntuale per la raccolta dei rifiuti competono ad Atersir ed alle Amministrazioni Comunali;

– Atersir è l’Agenzia di regolazione dei servizi pubblici locali ambientali della regione Emilia-Romagna alla quale compete il Servizio Gestione Rifiuti Urbani e assimilati (raccolta, trasporto, avvio a recupero, smaltimento);

– Nel Comune di Imola sono stati introdotti contenitori per la raccolta differenziata apribili con tessera;

– I contenitori dell’organico da diversi mesi, in seguito a dei problemi tecnici, sono apribili senza tessera;

 

Considerato che:

– I costi di manutenzione dei cassonetti fanno parte della gestione operativa del servizio e pertanto concorrono a definire il costo del servizio;

– I nuovi contenitori per la raccolta differenziata sono a noleggio;

 

Rilevato che:

– Le attrezzature a noleggio (cassonetti), dovrebbero essere tutte apribili con la tessera;

– I cassonetti dell’organico, pur essendo apribili anche senza tessera, sono comunque utilizzabili dai cittadini, ma questo fa venir meno le condizioni iniziali della fornitura;

 

– A quanto ammontano i costi di manutenzione sostenuti per i cassonetti per la raccolta dell’organico;

– Se l’apertura con la tessera dei contenitori per l’organico sarà riabilitata;

– Se questo disservizio ha portato ad un aumento dei costi di gestione (per manutenzione);

– Se, visto il malfunzionamento dei cassonetti per l’organico, c’è la possibilità di richiedere un abbassamento dei costi per il noleggio.

Dettagli

  • Tipo Interrogazione
  • Data 19 gennaio 2018
  • Firmatari Marchetti
Scarica Atto Scarica Risposta
Back to Top