Inserimento lavorativo dei migranti – Progetto IFOA.

Testo dell'atto

PREMESSO CHE

  • L’IFOA è un’azienda di formazione e servizi, con sede a Reggio Emilia, operante in varie regioni italiane oltre che su scala globale;
  • L’azienda sviluppa attività di formazione in molteplici ambiti specialistici, servizi di inserimento al lavoro, servizi di assistenza tecnica e consulenza oltre che essere centro di formazione e servizi delle Camere di Commercio;
  • All’offerta formativa, IFOA affianca inoltre da molti anni servizi a supporto dell’inserimento nel mondo del lavoro: ricerca e selezione del personale (con IFOA Management), tirocinio formativo e apprendistato;
  • L’azienda, per la sua missione, utilizza fondi europei per realizzare corsi per giovani diplomati e laureati in cerca di occupazione e per operatori aziendali che vogliono aggiornarsi e/o riqualificarsi;
  • Recentemente, IFOA si è aggiudicata un progetto della DG Migrazione e Affari Interni della Commissione Europea nell’ambito Migrazione Legale ed Integrazione Migranti;
  • Il progetto è stato denominato “ACT IN TIME” ed è finanziato dal FAMI (Fondo Asilo, Migrazione e Integrazione) e che, l’IFOA, realizzerà insieme a 8 partners, tra cui enti di formazione pubblici e privati, organizzazioni non governative, centri per il lavoro in Europa nonché con il supporto della Regione Emilia-Romagna e Caritas di tre paesi europei;
  • Il progetto ha un valore di 718.644,00 Euro;
  • Il Progetto “Garanzia Giovani” avviato il 1 Maggio 2014, parallelamente, non ha dato i risultati promessi, dimostrati dai dati del centro studi Adapt presenti nel rapporto inviato alla vicepresidenza della Commissione europea, i quali certificano un fallimento del piano in Italia visto che su un bacino stimato dal governo di 2.254.000 giovani italiani che non studiano e che non lavorano, 1.565.000 (se consideriamo il target scelto per il piano), 944mila giovani si sono iscritti al programma e solo 595mila, poco più della metà, sono stati presi in carico, di cui solamente 269mila (il 28,5% ) hanno ricevuto un’offerta di lavoro, per lo più un tirocinio.

CONSIDERATO CHE

  • L’obiettivo del progetto è quello di implementare, in 24 mesi, azioni concrete per l’accesso al lavoro dei migranti, nonché la loro integrazione nel medesimo mercato Europeo;
  • Il progetto mira ad intervenire sull’aggiornamento e il potenziamento delle skill degli operatori per l’avvio di processi di riconoscimento di titoli e competenze utili per l’accesso al mondo del lavoro dei migranti oltre che “la definizione, l’attivazione e l’erogazione di piani d’azione per ciascun migrante, personalizzati sulle esigenze individuali attraverso la formazione in aula e l’organizzazione di periodi di tirocinio nelle imprese finalizzati a colmare il divario tra le competenze possedute e quelle attese dalle imprese”;

RILEVATO CHE

  • Nel progetto si citano come “paesi portatori di buone prassi” da seguire come esempio la Svezia e la Germania, tralasciando totalmente le problematiche che l’eccessiva immigrazione nei medesimi paesi sta causando negli ultimi mesi;
  • A partire dal 2008 l’Italia ha alternato periodi di stagnazionea veri e propri periodi di recessione, con l’ulteriore aggravante che fino al 2008 la nostra economia non è stata al passo con quella degli altri paesi europei che, mediamente, a partire dal 2001 sono cresciuti più dell’Italia, portando quest’ultima a livelli di disoccupazione generale e disoccupazione giovanile tra i più alti del continente;
  • Non si hanno notizie negli anni di progetti cosi specifici e mirati all’inserimento degli emiliano-romagnoli nonché cittadini europei in buona parte messi a dura prova da crisi e disoccupazione, come quello progettato dall’IFOA;

Interroga la Giunta regionale per conoscere

  • Quale sia il ruolo effettivo della Regione nel progetto dell’IFOA sopra citato e con quali importi essa partecipi al medesimo;
  • Come intenda muoversi per combattere la disoccupazione, in particolar modo quella giovanile, a fronte del fallimento, all’interno del territorio emiliano-romagnolo del piano Garanzia Giovani.

Dettagli

  • Tipo Interrogazione
  • Data 26 gennaio 2017
  • Firmatari Bargi, Delmonte, Fabbri, Liverani, Marchetti, Pettazzoni, Pompignoli, Rainieri, Rancan
Scarica Atto
Back to Top