Interrogazione appalti ditta Pi.Ca. SrL.

Testo dell'atto

INTERROGAZIONE A RISPOSTA SCRITTA

I sottoscritti Consiglieri Lega Nord Emilia e Romagna

Stefano Bargi, Marco Pettazzoni

 

Premesso che

Stando a quanto riportato sulla stampa nei giorni scorsi, la Prefettura di Modena avrebbe bloccato i lavori per la costruzione della palestra nel Comune di Palagano (MO).

L’impresa incaricata dei lavori, la Pi.Ca. S.r.l., avrebbe infatti inoltrato da tempo alla Prefettura di Milano la domanda di iscrizione alla white list (che indirettamente consente di  ottenere la certificazione antimafia) ma il via libera alla richiesta non sarebbe ancora arrivato.                                                                              

Considerato che

Con Decreto n. 858 del 9 settembre 2013, il Presidente della Regione Emilia Romagna, in qualità di Commissario Delegato, aveva provvisoriamente aggiudicato alla Pi.Ca. S.r.l. l’esecuzione dei lavori dell’Edificio Scolastico Temporaneo, Lotto 1, del Comune di Galliera (BO).

Successivamente la realizzazione della scuola di Galliera era stata sottoposta ad un’inchiesta della Procura Antimafia per “frode in pubblica fornitura”, motivo per cui alla Pi.Ca. S.r.l. sarebbe stato annullato il contratto per i lavori di costruzione dell’edificio.

Con Decreto n. 1667 del 15 settembre 2014 del Commissario Delegato alla Ricostruzione posto sisma, Pi.Ca. S.r.l. si aggiudicava i lavori dell’Edificio Municipale Temporaneo, Lotto 11, della Caserma Temporanea dei Carabinieri nel Comune di Sant’Agostino (FE) per un importo netto di euro 711.277,28.

Successivamente, con Ordinanza n. 44 del 16 settembre 2015, il Presidente della Regione Emilia Romagna in qualità di Commissario Delegato, venuto a conoscenza delle risultanze delle indagini della Procura di Bologna in merito alla realizzazione da parte della ditta Pi.Ca. S.r.l. dell’Edificio scolastico di Galliera Lotto 1, prendeva atto di come fosse venuto meno il requisito morale di cui all’art. 38 comma 1 lett. f, D.lgs. n. 163/2006, inficiando il rapporto fiduciario fra Impresa e Stazione appaltante.

Per questa ragione veniva stabilito di interrompere immediatamente l’iter di validazione del progetto stesso e di non procedere all’aggiudicazione definitiva a favore di Pi.Ca. S.r.l. dei lavori previsti per la Caserma dei Carabinieri di Sant’Agostino (FE).                    

INTERROGANO LA GIUNTA REGIONALE PER SAPERE

Se quanto sopra esposto corrisponda al vero.

Quali lavori, gare di appalto ecc. commissionati e indetti dalla Regione Emilia Romagna e dal Commissario alla Ricostruzione post sisma siano stati assegnati o vinti in passato dalla ditta Pi.Ca. S.r.l.

Se l’impresa in questione, al momento dell’aggiudicazione dei lavori, si trovava in possesso della certificazione antimafia rilasciata dopo l’iscrizione alla white list.

Se per accedere alla fase preliminare di aggiudicazione dei lavori, per i bandi di gara indetti dalla Regione Emilia Romagna, sia necessario per le imprese essere già iscritte alla white list o sia sufficiente certificare l’avvenuta domanda di iscrizione.

Se l’impresa Pi.Ca. S.r.l. risulti attualmente iscritta alla white list e possieda di conseguenza la necessaria certificazione antimafia.

Quale sia allo stato attuale la situazione dell’appalto di aggiudicazione dei lavori della palestra di Palagano e della Caserma dei Carabinieri di Sant’Agostino

Se la Regione Emilia Romagna o il Commissario alla Ricostruzione post sisma abbiano in sospeso altre gare di appalto o di aggiudicazione dei lavori con la ditta Pi.Ca. S.r.l.

Consiglieri regionali Lega Nord Emilia e Romagna 

Dettagli

  • Tipo Interrogazione
  • Data 13 novembre 2015
  • Firmatari Bargi, Pettazzoni
Scarica Atto Scarica Risposta
Back to Top