L’infermiere di famiglia.

Testo dell'atto

INTERROGAZIONE A RISPOSTA SCRITTA

I sottoscritti
Consiglieri del Gruppo Lega Nord

Premesso che:

  • Con la stesura del testo “The family health nurse context, conceptual framework and curriculum World Health Organization” nel 2000, l’Organizzazione Mondiale della Sanità per la prima volta descrive la figura dell’infermiere di famiglia;

 

 

Considerato che:

  • I compiti dell’infermiere di famiglia sono:

 

  1. aiutare gli individui ad adattarsi alla malattia, alla disabilità cronica, ai momenti di stress;
  2. trascorrere buona parte del suo tempo a lavorare a domicilio dei pazienti e con le famiglie;
  3. fornire consulenza sugli stili di vita e sui fattori comportamentali di rischio e assistere le famiglie in materia di salute;
  4. garantire che i problemi sanitari delle famiglie siano curati al loro insorgere, attraverso la diagnosi precoce;
  5. identificare gli effetti dei fattori socio economici sulla salute della famiglia e richiedere l’intervento della rete dei servizi territoriali;
  6. promuovere una dimissione precoce assicurando l’assistenza domiciliare infermieristica e costituire il punto di collegamento tra famiglia e medico di medicina generale e sostituirsi a quest’ultimo quando i bisogni identificati sono di carattere prevalentemente infermieristico.

 

 

Visto che:

  • Già nel 2000 si delineavano i vantaggi derivanti dall’ottimizzare la qualità delle cure e dell’assistenza ai cittadini sul territorio attraverso il lavoro integrato tra medico e infermiere, ognuno con le proprie competenze specifiche;
  • La Regione Emilia-Romagna nel 2008 iniziò una sperimentazione della figura dell’infermiere di famiglia e contemporaneamente organizzò una serie di momenti di approfondimento specifici;

 

 

Valutato che:

  • Ci pare doveroso e auspicabile rispondere alle sollecitazioni dell’OMS, Sezione Europea e alle nuove esigenze di integrazione socio sanitaria in fatto di assistenza domiciliare, attraverso un nuovo modello operativo che favorisca la crescita progressiva di Infermieri di famiglia/quartiere e di Comunità;

 

 

Interrogano la Giunta Regionale per sapere:

  • Se oggi esistono progetti legati agli infermieri di famiglia;
  • Che intenzioni abbia relativamente all’istituzione della figura dell’infermiere di famiglia;

Dettagli

  • Tipo Interrogazione
  • Data 11 maggio 2017
  • Firmatari Bargi, Delmonte, Fabbri, Liverani, Marchetti, Pettazzoni, Pompignoli, Rainieri, Rancan
Scarica Atto Scarica Risposta
Back to Top