Macellazione islamica a Imola, chi è autorizzato?.

Testo dell'atto

Premesso che:

  • Giovedì 31 agosto è iniziata la Festa del sacrificio, celebrata dalle comunità islamiche che per tradizione, durante i giorni dell’Eid al-Adha sacrificano (tramite sgozzamento) un ovino, un caprino, un bovino o un camelide;

 

Considerato che:

  • La normativa di riferimento è costituita dal Regolamento comunitario 1099/2009 che sostituisce in gran parte il Decreto Legislativo 333 del 1998 (in vigore in alcune parti fino al 9 dicembre 2019) e dal relativo Decreto Legislativo 6 novembre 2013, n.131 con la disciplina sanzionatoria per la violazione del Regolamento comunitario;

 

  • In base alla normativa la macellazione è “l’abbattimento di animali destinati all’alimentazione umana”;

 

  • In base alla normativa l’abbattimento è “qualsiasi processo applicato intenzionalmente che determini la morte dell’animale”;

 

  • In base alla normativa lo stordimento è “qualsiasi processo indotto intenzionalmente che provochi in modo indolore la perdita di coscienza e di sensibilità, incluso qualsiasi processo determinante la morte istantanea”;

 

 

Visto che:

  • La norma di cui sopra permette il non uso dello stordimento per la macellazione rituale, sempre da svolgersi all’interno di mattatoi autorizzati;

 

Interroga la Giunta Regionale per sapere:

  • Quante macellazioni rituali sono state effettuate tramite le strutture dell’Ausl di Imola dal 2010 a oggi;

 

  • Quanti sono e quali i macelli autorizzati a questo tipo di macellazione rituale nel territorio dell’Ausl di Imola;

 

  • Che giudizio, su questo tipo di tradizioni e rituali, si dia;

 

  • Se non sia da considerare uno stop a questo tipo di tradizioni che non rispettano il benessere animale.

Dettagli

  • Tipo Interrogazione
  • Data 1 settembre 2017
  • Firmatari Marchetti
Scarica Atto
Back to Top