Mancato riposo in sanità.

Testo dell'atto

INTERROGAZIONE A RISPOSTA SCRITTA

Il sottoscritto
Consigliere del Gruppo Lega Nord

Premesso che:

  • Dal 25 novembre 2015 con l’entrata in vigore della legge 161/2014 (legge europea 2013-bis) il cui articolo 14 abroga due norme derogatorie della direttiva comunitaria in tema di orari e riposi: il comma 13 dell’articolo 41 della legge 133/2008 e il comma 6-bis dell’articolo 17 del Dlgs 66/2003, viene ripristinato il diritto al riposo per il personale sanitario;

 

  • L’applicazione della Legge 161/2014 è monitorata a livello regionale.

 

Considerato che:

  • Per quanto concerne il riposo giornaliero la misura considerata “minima” dalla Comunità europea è quella di 11 ore consecutive nell’arco di 24 ore partendo dall’inizio dell’attività, mentre il tempo di lavoro massimo settimanale è individuato in 48 ore, comprendendo oltre all’orario contrattuale anche le eventuali ore di lavoro straordinario, che in ogni caso non possono essere imposte al lavoratore;

 

  • Il monitoraggio, puntuale e continuo, l’attenzione a politiche di assunzione oculate e mirate al superamento delle criticità, tendono al superamento delle criticità emerse;

 

Rilevato che:

  • Molte segnalazioni nelle varie strutture delle Ausl di Bologna e Imola configurano una situazione di criticità e di innumerevoli “mancati riposo”;

 

  • Queste segnalazioni vengono accompagnate da dati ufficiali (tabella dei mancati riposo al Rizzoli in risposta ad interrogazione 1692)

 

 

Interroga la Giunta Regionale per sapere:

  • Se ritiene superate queste criticità;

 

  • In che modo e in quanto tempo ritiene di superarle;

 

  • Come intenda procedere nei confronti dei dirigenti e delle strutture che ad oggi non hanno allineato i dati alle leggi vigenti;

 

  • Come intenda risarcire i dipendenti che hanno accumulato “mancati riposi” per diverse giornate nell’arco di un anno.

 

Dettagli

  • Tipo Interrogazione
  • Data 17 gennaio 2017
  • Firmatari Marchetti
Scarica Atto Scarica Risposta
Back to Top