Problemi per la chirurgia pediatrica negli ospedali di Bologna.

Testo dell'atto

Il sottoscritto
Consigliere del Gruppo Lega Nord

 

Premesso che:

  • Un pool professionale unisce le due Chirurgie Pediatriche degli ospedali di Bologna (Maggiore e S. Orsola-Malpighi), da oggi unificate sotto la guida di un solo direttore;

 

  • La nuova unità operativa, già attiva, garantirà la valorizzazione delle vocazioni e delle eccellenze espresse dalle Chirurgie Pediatriche dei due ospedali, grazie alla massima integrazione tra gli operatori, alle maggiori possibilità di crescita per i professionisti, e ad un utilizzo più appropriato di uomini e tecnologie;

 

  • La nuova organizzazione prevede al S. Orsola la concentrazione dell’attività chirurgica notturna in urgenza e il trattamento dei casi di particolare complessità e di chirurgia neonatologica, mentre il Maggiore svilupperà le attività programmate, di Day Surgery, di chirurgia di media complessità e l’assistenza chirurgica dedicata ai bambini affetti da patologie neuromuscolari;

 

Considerato che:

  • Dalle ore 13:00 l’attività chirurgica presso l’Ospedale Maggiore non sembrerebbe garantita agli utenti in accesso al P.S. pediatrico;

 

  • L’utenza che si rivolge alla struttura viene dirottata presso l’Ospedale S. Orsola di Bologna;

 

Rilevato che:

  • L’utenza che accede al Pronto Soccorso del Maggiore è compresa oltre che per la città di Bologna anche per altri grossi centri dell’area metropolitana (Casalecchio di Reno-Castel Maggiore etc.) pari ad oltre 400 mila abitanti circa;

 

 

Interroga la Giunta regionale per sapere:

 

  • Se sia a conoscenza dei fatti sopra esposti e che giudizio ne dia;

 

  • Se sia prevista l’attivazione del Pronto Soccorso Chirurgo Pediatrico H24 presso il P.S. del Maggiore.

Dettagli

  • Tipo Interrogazione
  • Data 5 luglio 2017
  • Firmatari Marchetti
Scarica Atto Scarica Risposta
Back to Top