Riorganizzazione Pronto Soccorso di Imola.

Testo dell'atto

INTERROGAZIONE A RISPOSTA SCRITTA

Il sottoscritto
Consigliere del Gruppo Lega Nord

 

Premesso che:

 

  • L’ Azienda USL Imola ha messo in essere da diversi anni modelli organizzativi dell’emergenza/urgenza nei quali parte del personale operante in Pronto Soccorso (PS) è contemporaneamente in servizio nel sistema di emergenza territoriale 118;

 

 

Considerato che:

 

  • L’attuale organizzazione fa risultare sulla carta più medici e infermieri (operatori 118) in turno in PS, ma nei fatti buona parte dell’organico in servizio non può garantire la costante presenza nella sede di PS per assolvere interventi nel territorio;

 

  • I medici e gli infermieri adibiti contemporaneamente anche al servizio 118 dovrebbero teoricamente avere in carico solo casi di bassa complessità;

 

 

Ritenuto che:

 

  • Non è sempre possibile garantire la sola presa in carico di casi di bassa complessità;

 

  • L’attuale modello organizzativo dell’emergenza/urgenza potrebbe causare problemi clinico assistenziali come ad esempio nei casi in cui si presentino contemporaneamente più pazienti complessi classificati come codici gialli e rossi che non possono essere lasciati in attesa;

 

 

Si interroga la Giunta per sapere:

 

  • Il numero del personale impiegato (medici e infermieri) in PS, nel sistema di emergenza territoriale e quanti di questi sono operanti contemporaneamente in entrambi;

 

  • Con quali tempistiche e modalità, un medico o un infermiere chiamato all’esterno del Pronto Soccorso per un’emergenza territoriale, deve passare le consegne dei pazienti in carico;

 

  • Se è allo studio una revisione dell’attuale organizzazione.

Dettagli

  • Tipo Interrogazione
  • Data 7 dicembre 2017
  • Firmatari Marchetti
Scarica Atto Scarica Risposta
Back to Top