Riorganizzazione sanitaria.

Testo dell'atto

INTERROGAZIONE A RISPOSTA SCRITTA

I sottoscritti
Consiglieri del Gruppo Lega Nord

 

Premesso che:

  • È in corso l’iter per portare in votazione il Documento di Economia e Finanza Regionale 2018 (DEFR);

 

Considerato che:

  • In discussione dello stesso documento è stato rilevato un refuso al punto 2.3.23 “Individuazione di nuovi ambiti territoriali ottimali per il governo e la gestione dei servizi sanitari” che recita “nuovo contesto istituzionale derivante dalla abolizione delle Provincie”;

 

  • Non vi è stata nessuna abolizione delle Province e pertanto il testo verrà presentato in aula con una lieve modifica che sottolineerà lo svuotamento di responsabilità dell’ente provinciale;

 

Rilevato che:

  • Nello stesso punto del documento (2.3.23) si può leggere: “Tali fattori concorrono a far prevedere un aumento delle dimensioni ottimali delle Aziende Sanitarie e, di conseguenza, una diminuzione del loro numero, sviluppando ulteriormente le esperienze maturate con la costituzione della Azienda Sanitaria di Bologna prima e, più recentemente, di quella della Romagna”;

 

Visto che:

  • Parlare di aumento delle dimensioni delle Aziende Sanitarie e di diminuzione del numero delle stesse implica livelli massimi e minimi per ottenere i servizi ottimali;

 

  • Fino ad oggi si è parlato di migliore integrazione tra strutture ospedaliere ma non di vere e proprie fusioni di Aziende Sanitarie, ad esclusione di quanto già avvenuto per l’AUSL unica in Romagna e dell’operazione di fusione tra Azienda Ospedaliera e AUSL in corso a Reggio Emilia;

 

  • Non vi è alternativa alle fusioni tra Aziende sanitarie se si vuole diminuire il numero delle stesse;

 

Interrogano la Giunta Regionale per sapere:

  • Quale ritiene che sia il numero ottimale di Aziende sanitarie per la nostra Regione, se ha un progetto per arrivarvi e quali sarebbero i tempi previsti per la sua attuazione;

 

  • Quali sono le Aziende sanitarie che si prevede di fondere.

Dettagli

  • Tipo Interrogazione
  • Data 22 settembre 2017
  • Firmatari Bargi, Delmonte, Fabbri, Liverani, Marchetti, Pettazzoni, Pompignoli, Rainieri, Rancan
Scarica Atto Scarica Risposta
Back to Top