San Pietro in Casale, problemi con gli alloggi per disabili.

Testo dell'atto

INTERROGAZIONE A RISPOSTA SCRITTA

Il sottoscritto
Consigliere del Gruppo Lega Nord

 

Premesso che:

 

  • La Regione esercita le funzioni di programmazione e verifica degli interventi per le politiche abitative e di indirizzo e coordinamento delle funzioni conferite ai comuni dalla Legge Regionale 24/01;

 

  • I Comuni esercitano le funzioni di promozione degli interventi per le politiche abitative ed i compiti attinenti alla attuazione e gestione degli stessi, provvedendo in particolare a rilevazione dei fabbisogni abitativi ed alla individuazione delle tipologie di intervento atte a soddisfarle e alla definizione degli obiettivi e delle linee di intervento per le politiche abitative locali, assicurando la loro integrazione con l’insieme delle politiche comunali;

 

  • Con l’articolo 16 della Legge Regionale 24/01 è stato istituito l’Osservatorio regionale del sistema abitativo, che provvede alla acquisizione, raccolta, elaborazione, diffusione e valutazione dei dati sulla condizione abitativa e sulle attività nel settore edilizio, tra i quali quelli riguardanti alle modalità di utilizzo del patrimonio edilizio esistente;

 

Considerato che:

 

  • I comuni provvedono con apposito regolamento alla individuazione della modalità di assegnazione degli alloggi, disciplinando anche le assegnazioni in deroga alla graduatoria nelle situazioni di emergenza abitativa;

 

  • I comuni, nel caso in cui procedano all’assegnazione di alloggi a persone che abbisognano di assistenza sanitaria e sociale ovvero constati la loro presenza negli stessi, predispone, d’intesa con il soggetto gestore, appositi progetti di sostegno al nucleo avente diritto e di intervento per attenuare le eventuali situazioni di disagio anche per gli altri assegnatari;

 

 

 

Rilevato che:

 

  • Il Comune di San Pietro in Casale (BO) ha assegnato alla moglie di un cittadino con problemi motori e psicologici (invalidità al 100%) un alloggio sito in via Matteotti 199;

 

  • Per i problemi motori del marito dell’assegnatario, l’appartamento in questione ubicato al primo piano rialzato (ingresso Piano terra, cantine al seminterrato, appartamenti al piano rialzato poi primo piano) risulta inidoneo;

 

  • Nello stabile non è presente un ricovero adeguato alle caratteristiche richieste per il mezzo elettrico concesso dall’Ausl di Bologna;

 

Interroga la Giunta per sapere se:

 

  • L’Osservatorio Regionale raccoglie anche i dati riguardanti le assegnazioni in deroga alla graduatoria nelle situazioni di emergenza abitativa;

 

  • Il Comune di San Pietro in Casale (BO) ha agito adeguatamente assegnando un alloggio per emergenza abitativa non idoneo, oltretutto ad un soggetto bisognoso di assistenza sanitaria e sociale;

 

  • Per la situazione sopra descritta sono allo studio soluzioni adeguate.

Dettagli

  • Tipo Interrogazione
  • Data 10 novembre 2017
  • Firmatari Marchetti
Scarica Atto Scarica Risposta
Back to Top