Situazione Stadio Braglia (MO).

Testo dell'atto

INTERROGAZIONE A RISPOSTA SCRITTA

Il sottoscritto Consigliere Regionale Lega Nord Emilia e Romagna 

Stefano Bargi

                                                                                              

Premesso che

Lo Stadio Alberto Braglia è il più grande impianto sportivo della città di Modena ed ha anche rilevanza provinciale per capienza e centralità geografica.

Da sempre di proprietà del Comune di Modena, è uno dei pochi stadi italiani dotato di licenza Uefa per le manifestazioni internazionali e ha ospitato talvolta anche le partite della Nazionale di calcio italiana.

Il 19 marzo 2015 veniva approvata dal Consiglio Comunale di Modena una convenzione che descrive i termini finanziari, gli obblighi gestionali, le competenze e le responsabilità che sussistono tra Comune di Modena (proprietario dell’impianto) e Modena Football Club (soggetto gestore).

L’Istituto del Credito Sportivo (ICS), in data 23/2/2017, 29/03/2017 e 3/5/2017 ha inviato tre comunicazioni ufficiali al Modena FC e per conoscenza al Comune di Modena in qualità di fideiussore, in cui vengono sollecitati i versamenti inerenti alle due rate 2016 scadute sul mutuo in essere riguardante lo Stadio Braglia.

Nell’ultima comunicazione ufficiale, Ics precisa che in mancanza dei completi versamenti delle rate scadute 2016, l’istituto di credito procederà a dichiarare il Modena FC decaduto dal beneficio del termine, con conseguente risoluzione dei mutui e inizio delle procedure esecutive nei confronti del mutuatario ed escussione delle fideiussioni rilasciate dal garante Comune di Modena per l’intera posizione debitoria che, alla data del 27 aprile 2017, risulta superiore ai 4.300.000 euro.

A questa posizione debitoria dovrebbe presto aggiungersi anche la rata del 30 giugno 2017 con altri 131.000 euro da pagare.

In base alla convenzione per la gestione dello Stadio Braglia, sottoscritta due anni fa, qualora il Comune debba subentrare al Modena calcio negli obblighi verso il Credito sportivo sarebbe prevista la decadenza automatica della convenzione stessa.

Il Comune di Modena ha, in una lettera inviata lo scorso marzo, ricordato anche altre inadempienze del Modena FC, sollecitandone la soluzione: dal mancato pagamento dell’imposta comunale sulla pubblicità alla sistemazione del tabellone luminoso dello Stadio Braglia.

 

Considerato che

Stando a quanto riportato sulla stampa nei giorni scorsi, l’intenzione del Comune di Modena sarebbe quella di ottenere il finanziamento dalla Regione fuori dal patto di stabilità – una cifra attorno ai 5 milioni di euro – dedicare quell’intera somma a chiudere la posizione debitoria del Modena – passivo che da giugno in avanti peserà sul Comune – e ripartire gestendo in proprio lo Stadio Braglia.

Lo stesso PD modenese ha giudicato, in una mozione depositata in Consiglio Comunale nei giorni scorsi, “gravemente negativo l’operato del Modena FC come gestore dello Stadio Braglia, non solo sotto il profilo dei mancati adempimenti finanziari, ma anche rispetto ai mancati o insufficienti provvedimenti gestionali necessari alla struttura e ai relativi spazi durante lo svolgimento della stagione sportiva e anche al di fuori di essa”.

 

INTERROGA LA GIUNTA REGIONALE PER SAPERE

Se quanto sopra esposto corrisponda al vero.

Come giudica la decisione del Comune di Modena di chiudere la convenzione con il Modena FC assumendo su di sé la gestione dello Stadio Braglia.

Quale sia l’esatta situazione debitoria del Modena FC nei confronti del Comune di Modena.

Se la Regione abbia intenzione di concedere lo sforamento del patto di stabilità al Comune di Modena per una cifra attorno ai 5 milioni di euro, così da consentirgli di chiudere la posizione debitoria del Modena FC e di assumere anche la gestione dello Stadio Braglia.

Se, assuntane la gestione, il Comune di Modena abbia intenzione di affittare lo Stadio Braglia al Modena FC.

Quali garanzie di pagamento dell’affitto fornisca il Modena FC, vista la precedente situazione debitoria relativa alla convenzione con il Comune di Modena.

Come intenda tutelarsi la Regione nel caso di allentamento del patto di stabilità a favore del Comune di Modena per circa 5 milioni di euro.

Quale sia il nuovo piano di gestione dello Stadio Braglia capace di garantire anche attività collaterali alla gestione dello stesso e di conseguenza cospicue entrate per il gestore.

Consigliere regionale Lega Nord Emilia e Romagna

Dettagli

  • Tipo Interrogazione
  • Data 19 maggio 2017
  • Firmatari Bargi
Scarica Atto Scarica Risposta
Back to Top