Visite impedite ai Consiglieri regionali all’Ausl di Imola.

Testo dell'atto

INTERROGAZIONE A RISPOSTA SCRITTA

Il sottoscritto
Consigliere del Gruppo Lega Nord

 

Premesso che:

  • Il Sindaco di Imola Daniele Manca, insieme al Vicesindaco Roberto Visani, al Direttore dell’Ausl di Imola Andrea Rossi ed al Direttore del Presidio Ospedaliero Andrea Neri, hanno visitato il 22 dicembre 2016 l’Ospedale di Imola per portare gli auguri di buone feste alle persone ricoverate e agli operatori sanitari;
  • Il Sindaco di Castel San Pietro Fausto Tinti e il Consigliere con delega alla Sanità Alessandro Di Silverio hanno portato il 27 dicembre 2016 gli auguri dell’Amministrazione Comunale di Castel San Pietro Terme ad operatori e pazienti della Casa della Salute-Ospedale di comunità;
  • In data 20 marzo 2017 Matteo Salvini (Europarlamentare), Matteo Rancan (Consigliere Regionale), Romano Freddi (Sindaco Villanova sull’Arda), Gabriele Girometta (Sindaco Cortemaggiore), Roberta Battaglia (Sindaco Caorso), Luigi Garavelli (Sindaco Besenzone), Paolo Ramelli (Assessore Comune di Villanova sull’Arda) partecipano ad una visita all’’Ospedale “Verdi” di Villanova d’Arda;

 

 

Considerato che:

  • Il 28 dicembre 2016 chiedevo all’Ausl di Imola, tramite posta elettronica, le istruzioni per poter visitare l’Ospedale Santa Maria della Scaletta;
  • Il 17 gennaio 2017 in risposta alla mia richiesta l’Ausl di Imola mi informa che “Trattandosi di richiesta proveniente da un Consigliere Regionale la richiesta va inoltrata preliminarmente all’Assessorato alle Politiche per la Salute della Regione Emilia Romagna”;

 

  • Il 17 gennaio 2017 per rispettare le indicazioni dell’Ausl di Imola richiedo all’Assessorato alle Politiche per la Salute le informazioni per poter effettuare la visita alla struttura dell’Ospedale di Imola;
  • Il 20 gennaio 2017 l’Assessorato alle Politiche per la Salute rispondendo alla mia richiesta dichiara “In questo caso, si evidenzia l’esigenza prioritaria di assicurare il funzionamento ottimale dell’Ospedale, nel rispetto delle esigenze di cura e di riservatezza dei pazienti, delle principali norme igienico-sanitarie, dell’attività dei medici e degli operatori sanitari. Tant’è che neppure per i parlamentari risulta sia previsto l’accesso alle strutture sanitarie ed ospedaliere analogamente a quanto è previsto per gli istituti penitenziari e per le strutture militari. La visita delle strutture ospedaliere, peraltro, non rientra tra le prerogative dei Consiglieri regionali stabilite dall’art. 30 dello Statuto regionale. Conseguentemente si ritiene che non sia possibile organizzare visite all’Ospedale di Imola.”;
  • In data 24 marzo 2017, a seguito della recente visita nell’Ospedale di Villanova d’Arda, ripropongo all’Ausl di Imola la richiesta di una visita all’Ospedale imolese;
  • Il 10 aprile 2017 l’Ausl di Imola risponde “Come già verificatosi a fronte di analoga richiesta del 28/12/2016 segnalo che, trattandosi di richiesta proveniente da un consigliere regionale, la medesima va inoltrata all’Assessorato alle Politiche per la Salute della Regione Emilia Romagna.”;

 

 

Ritenuto che:

  • L’ accesso ad una struttura sanitaria non possa essere preclusa in alcun modo ad un Consigliere Regionale;
  • Tra le prerogative del Consigliere Regionale rientra anche il diritto di svolgere attività di sindacato ispettivo e per compiere compiutamente il proprio dovere dovrebbero essere dati al Consigliere tutti i supporti possibili;

 

 

Visto che:

  • Modi e comunicazioni nei fatti precedentemente descritti evidenziano diverse difformità ed incongruenze;
  • Alcune Ausl accettano visite di appartenenti ai vari livelli delle Istituzioni e altre no;
  • Si è verificato il caso in cui nella stessa Ausl si preclude l’ingresso ad alcuni appartenenti alle Istituzioni mentre ad altri è consentito;
  • Questo impedimento ostacola la mia attività di Consigliere Regionale e impedisce le mie azioni di sindacato ispettivo;

 

 

 

Interroga la Giunta Regionale per sapere:

  • Se esista un regolamento che indichi a chi è consentito l’accesso alle strutture sanitarie regionali per visite e/o sopralluoghi;
  • Chi può impedire ad un eletto nelle istituzioni di poter accedere alle strutture sanitarie regionali per visite e/o ispezioni;
  • Se sia nelle prerogative del solo assessorato regionale il potere di far accedere un Consigliere Regionale nelle strutture sanitarie della regione;
  • Se ritiene che i fatti descritti rappresentino delle anomalie e come intenda affrontarli.

Dettagli

  • Tipo Interrogazione
  • Data 20 aprile 2017
  • Firmatari Marchetti
Scarica Atto Scarica Risposta
Back to Top