DISAGI POST NEVICATA IN APPENNINO: DELMONTE (LEGA), LA REGIONE INVESTA RISORSE PERCHE’ QUESTE SITUAZIONI NON SI VERIFICHINO PIU’

“La Regione faccia tesoro di quanto accaduto a seguito delle pesanti nevicate che il 13 novembre hanno colpito il nostro Appennino e investa una parte delle proprie risorse al fine di prevenire simili situazioni di disagio”.

Lo chiede alla Giunta Bonaccini il vicecapogruppo della Lega Nord in Regione, Gabriele Delmonte che ricorda come le annunciate nevicate abbiano comunque causato ingentissimi danni.

“Nei comuni di Castelnovo ne’ Monti e Villa Minozzo, in particolare – spiega -, si sono registrati molteplici casi di mancanza di energia elettrica, sia alle abitazioni, sia alle imprese e attività produttive, quantificate in circa 5000 distacchi di utenze. Ma non solo. Oltre alla mancanza di luce, anche la linea telefonica è venuta meno, tornando a funzionare solo dopo diversi giorni e in alcuni casi, come nelle località di Gombio e Mulino Zannoni, la rete è stata ripristinata pochi giorni fa”.

“Tutto – spiega – a causa della caduta di rami o di interi alberi sui cavi delle linee elettriche e telefoniche. Caduta – attacca Delmonte – che avrebbe potuto essere tranquillamente evitata se fosse stata portata avanti un’accurata manutenzione del verde attorno alle linee ed entro la fascia dei 6 metri come prevedono le leggi forestali”.

“Quel che è peggio – riprende – è che la nevicata del 13 novembre era stata prevista da tutti gli schemi meteorologici già una settimana prima. Purtroppo, però, le varie segnalazioni dei cittadini dell’Appennino troppo spesso sono state ignorate. Ora, consapevoli che le forti nevicate nell’area montana sono un fenomeno normale, sappiamo anche che questo non deve andare a discapito degli abitanti e dei lavoratori dell’Appennino, soprattutto quando si paga con regolarità un servizio che dovrebbe essere garantito”.

“Per questo – conclude Delmonte – chiedo alla Giunta di investire una parte delle proprie risorse al fine di prevenire simili situazioni di disagio e come intende intervenire presso le società responsabili delle linee sull’Appennino Reggiano al fine di evitare in futuro situazioni di black out generalizzato per più giorni”.