EMERGENZA ALL’AEROPORTO DI BOLOGNA: MARCHETTI (LEGA), AUTOMEDICHE OCCUPATE, INTERVENTO IN RITARDO. NON VA BENE PER NIENTE, VENTURI SMETTA DI RACCONTARCI BUGIE

“La regione e l’assessore Venturi smettano di raccontare le favole della buona notte e facciano tutto quello che è nella loro possibilità per garantire la sicurezza di lavoratori e passeggeri dell’aeroporto internazionale Marconi di Bologna”.

Così Daniele Marchetti, consigliere regionale della Lega Nord torna a ribadire l’importanza di avere un medico operativo all’interno del perimetro aeroportuale per fronteggiare situazioni come quella odierna.

“Purtroppo questa mattina – spiega Marchetti -, in aeroporto si è verificata un’emergenza. E come tutti sanno, perché su questo fronte ci battiamo ormai da tempo, all’interno dello scalo bolognese non è più presente un medico nonostante le linee guida ENAC lo prevedano. Così in un primo momento – racconta Marchetti – è stato così necessario attivare l’automedica che stazionava a Sasso Marconi, perché quelle bolognesi erano occupate. Poi la chiamata si cui stava per intervenire l’automedica attivata inizialmente, è stata deviata su un mezzo di Bologna che nel frattempo si era liberato. Morale della favola: con tutti questi passaggi, i minuti previsti per la Legge non sono stati rispettati”.

“Per questo – attacca – depositerò un’interrogazione in Regione. Se Venturi dice che va tutto bene, come mai si registrano queste situazioni? Non sarebbe il caso di rivedere tutto e fare finalmente funzionare il sistema? Caro assessore – conclude – quello che lei ci racconta è una cosa, ma la realtà è un’altra. E la realtà parla di gravi carenze che dobbiamo immediatamente sanare”