FABBRI (LN): “AEROPORTO MARCONI SENZA MEDICO FISSO, UNA FOLLIA VOLUTA DAL PD”

“Il ‘Marconi’ non deve essere soltanto un vanto per le amministrazioni locali, ma anche una responsabilità: ecco perché è assurdo che da ormai tre anni manchi un medico fisso”. Alan Fabbri e Carlo Piastra, rispettivamente capogruppo della Lega Nord in Regione e commissario provinciale del Carroccio bolognese, puntano il dito contro l’immobilismo di Regione e Comune, presenti nel capitale di un aeroporto che conta oltre sette milioni di passeggeri all’anno. “Ci sono le linee guida dell’Enac sui servizi da fornire – sottolineano – e un’apertura ufficiale dell’Ausl di Bologna al collocamento di un medico ‘h24’ che si affianchi al personale infermieristico. E’ chiaro dunque, che a questo punto manca la volontà politica da parte del Pd: assurdamente, dato che a prevalere dovrebbe essere il buon senso per la salute pubblica, oltre che il rispetto delle linee guida e delle best practices”. Dopo l’interrogazione presentata in Regione con primo firmatario il consigliere Marchetti, il monito della Lega arriverà anche in Comune a Bologna, con un odg firmato dalla consigliera Mirka Cocconcelli. “Il nostro obiettivo – chiudono Fabbri e Piastra – è non abbassare la guardia su un tema delicato come questo. Al Marconi un presidio medico è assente da inizio 2015: è ora di mettere fine a questa assurdità, mettendo da parte le volontà politiche”.