FABBRI (LN): “PROFUGHI A MEDELANA: CONDIZIONI IGIENICHE INACCETTABILI. LA REGIONE BLOCCHI NUOVI ARRIVI”

“Richiedenti asilo ammassati in mezzo alla sporcizia: questa è l’accoglienza che il Pd garantisce ai profughi. La Regione avvii subito i controlli e blocchi i nuovi arrivi previsti a Medelana”.

Così Alan Fabbri, capogruppo Lega Nord in Regione, interviene sul caso della palazzina di via Po Volano a Medelana, nel ferrarese dove “sono attualmente ospitati otto sedicenti profughi che vivono in condizioni igienico sanitarie inaccettabili”.

La struttura, sia internamente che esternamente, presenta criticità inaccettabili: cibo sparso per terra e preda di insetti, pensili della cucina inesistenti, un unico bagno, caldaia e impianti elettrici probabilmente non a norma, soffitto con segni di infiltrazioni e scarsa pulizia.

“Questi sono i risultati del business accoglienza alimentato da governo, prefetture e cooperative, un sistema che niente ha a che vedere con l’aiuto da dare a chi fugge dalla guerra e che sta distruggendo Ferrara e il suo territorio”, aggiunge Fabbri.  “Quando la Lega sarà al governo tutto questo finirà: chi ne ha diritto verrà accolto, tutti gli altri verranno rispediti a casa e nessuno potrà lucrare sulle miserie altrui”.

Per il mese di settembre nella stessa palazzina gestita da una cooperativa ferrarese, sono previsti nuovi arrivi. Per questo il capogruppo ha depositato un’interrogazione nella quale invita l’esecutivo regionale a “sollecitare l’Asl ferrarese perché siano effettuati adeguati controlli” e, nel caso si riscontrino le criticità denunciate, chiede che “sia bloccato l’arrivo di nuovi ospiti nella struttura”.