IMOLA. IMPRESE STROZZATE DAL FISCO, MARCHETTI (LEGA NORD): O SI OTTIENE L’AUTONOMIA O SI MUORE.

“Secondo la CNA il peso delle politiche fiscali a Imola è al 54,8%? E’ la dimostrazione che o si ottiene una vera autonomia che possa dare ossigeno alle nostre attività produttive o si muore”.
E’ laconico il primo commento di Daniele Marchetti, Consigliere Regionale della Lega Nord, ai dati forniti dalla CNA dai quali emerge il fatto che nel nostro Comune un’attività lavora per pagare le tasse fino al 18 Luglio.
“Un dato davvero allarmante, ma soprattutto inaccettabile se consideriamo che mediamente ad ogni cittadino imolese spariscono dai 4.000 € ai 3.000€ all’anno. In sostanza mi riferisco al residuo fiscale pro-capite, cioè la differenza tra quanto versa con le tasse un cittadino e quanto rimane nelle casse dello stato centrale senza tornare indietro effettivamente in servizi”.
“L’unica ricetta per salvare il nostro tessuto produttivo, è portare a casa una vera autonomia, ma non con gli spot, come sta facendo il Presidente della Regione Stefano Bonaccini – attacca Marchetti – che ha il solo obiettivo di sminuire le consultazioni referendarie della Lombardia e del Veneto, ma con richieste serie sostenute dai nostri cittadini. Lo Stato centrale non mollerà un centesimo dei nostri soldi se andremo a Roma a mani vuote senza avere alle spalle il consenso della nostra gente