IMOLA: MARCHETTI (LEGA), 82ENNE CON MADRE ANZIANA E MARITO MALATO A CARICO ABBANDONATA A SE STESSA. ASSURDO E VERGOGNOSO

“Da diversi giorni una cittadina imolese 82enne, con madre a carico di 102anni, denuncia il fatto che non riesce a trovare un posto per il marito malato di Alzheimer nelle strutture pubbliche. La donna, che per questioni economiche non riesce più a mantenere il marito all’interno di una struttura privata, non sa più cosa fare, dovendo oltretutto accudire anche la madre ultracentenaria. Una questione che oggi approda in Consiglio Comunale con la speranza che arrivino dei chiarimenti dalla Giunta e dall’Asp imolese, perché se tutto ciò venisse confermato, sarebbe l’ennesima dimostrazione che nel settore dell’assistenza c’è qualcosa che non va”.
Così Daniele Marchetti, consigliere regionale della Lega nord interviene per portare all’attenzione dei riflettori l’assurdo caso di cronaca.

“Sono ben consapevole delle difficoltà che deve vivere una persona con un anziano o un disabile a carico – spiega Marchetti -, e non a caso questa è una situazione che sto seguendo particolarmente in regione perché la sensazione che provano questi cittadini è quella di non saper dove sbattere la testa”.
“La politica – continua – ha il dovere di ascoltare chi è in difficoltà senza rinchiudersi dentro ai palazzi dicendo che va tutto bene. Proprio per questo a fine 2016, ho proposto e ottenuto l’approvazione da parte di tutta l’Assemblea legislativa, dell’introduzione di un nuovo metodo di consultazione dei cittadini e delle associazioni proprio sul tema della non autosufficienza. L’intento è quello di creare un canale di comunicazione, tramite i comitati consultivi misti, per fare arrivare le segnalazioni dei cittadini, sul tavolo della commissione sanità e politiche per il sociale della Regione Emilia-Romagna. Questo nuovo metodo d’ascolto dovrebbe partire per la prima volta quest’anno, noi ci auguriamo che ciò avvenga al più presto”.
“Mi auguro – conclude – che il caso della signora con madre anziana e marito malato a carico, si risolva al più presto. Come accadrebbe in ogni Paese civile”.