LA LEGA REPLICA A ISTORECO E COOPSERVICE: ASSURDO CHIEDERE ALLA REGIONE EMILIA DI FARSI CARICO DELLA SISTEMAZIONE DEL CAMPO DI CONCENTRAMENTO DI MOLAT IN CROAZIA

“Di ritorno da un viaggio attraverso le isole della Dalmazia, Istoreco, Coopservice e l’esponente Pd Dario De Lucia, chiedono che i parlamentari e i consiglieri regionali si impegnino per sistemare il degrado nell’ex campo di concentramento di Molat in Croazia. Un’assurdità”.

Così Gianluca Vinci, consigliere comunale della Lega Nord a Reggio Emilia e segretario provinciale del Carroccio reggiano e Gabriele Delmonte, vicecapogruppo della Lega Nord in regione replicano al tam-tam partito su Facebook e approdato poi sulla stampa locale.

“De Lucia, Istoreco e Coopservice farebbero meglio a impegnarsi per valorizzare cose del nostro territorio prima di pensare alle condizioni in cui versa il campo di Molat in Croazia – attacca Vinci -. Se i reggiani vogliono apprendere la storia della Croazia fanno bene ad andare in quei luoghi, ma le nostri istituzioni devono difendere e valorizzare prima di tutto la storia dei nostri territori”.

A ruota Gabriele Delmonte che ha predisposto un’interrogazione da presentare alla giunta regionale per capire le intenzioni della Regione. “Da me – chiarisce Delmonte – non arriverà nessun sostegno alla causa fino a quando ci sarà ancora un soldo da spendere per i beni culturali della nostra regione. Sia ben chiaro che i soldi degli emiliano-romagnoli servono per le necessità dell’Emilia. Gli altri si accomodino pure in fondo alla fila e aspettino il loro turno”.