LEGA SODDISFATTA: “SALTATA LA FUSIONE FRA CASTENASO E GRANAROLO: FINALMENTE SI PONE LA PAROLA FINE A UN’OPERAZIONE DISASTROSA”

“Finalmente è stata posta la parola “fine” sul processo di fusione fra i Comuni bolognesi di Castenaso e Granarolo: del resto, come Lega, avevamo visto lungo bocciando addirittura l’indizione del referendum, perché non c’erano le condizioni per andare al voto. Il processo in questione è stato caratterizzato soltanto da promesse e forzature, poiché, in realtà, un vero e proprio progetto compiuto relativo all’eventuale nuova entità amministrativa non è mai esistito”.

Il consigliere regionale della Lega Nord, Daniele Marchetti,e il responsabile del Carroccio di Granarolo, Piero Carugo,plaudono alla bocciatura del progetto di fusione arrivata ieri dalla Commissione Bilancio e Affari istituzionali della Regione.

“L’esito della seduta consiliare di ieri – commenta Marchetti – rappresenta una vittoria della volontà dei cittadini delle due municipalità rispetto ai disegni fatti a tavolino dalla politica”.

“Tiriamo un sospiro di sollievo per la vittoria del “no” in entrambi i Comuni di Castenaso e Granarolo – sottolinea Carugo – perché, se così non fosse stato, i cittadini avrebbero dovuto incassare ob torto collol’ennesima promessa mancata del Pd, il quale, con una semplice Risoluzione (che sarebbe andata contro addirittura alla Legge Regionale nella forma e nella sostanza ben più importante gerarchicamente) aveva promesso che nel caso in cui dalla consultazione referendaria fosse emerso anche un solo “no” da parte di una delle due collettività, la fusione non avrebbe avuto luogo. Promessa, tuttavia, sconfessata ieri in Commissione, dove l’iter di fusione fra municipalità del Modenese proseguirà anche contro la volontà popolare, che in una circostanza ha votato contro l’incorporazione del proprio Comune”.

“Anche alla luce della bocciatura della fusione – attacca Carugo – è bene che il Pd di Granarolo ora si prenda le proprie responsabilità rispetto all’aver sostenuto così strenuamente un progetto a dir poco fallimentare”.

Nel frattempo è stato convocato per questa sera dai gruppi “Impegno per Granarolo” e “Alternativa per Granarolo” un consiglio comunale straordinario nel quale si discuterà della fusione mancata con Castenaso.