LIVERANI (LN): “FAENZA, IUS SOLI: GUARDATE IL DEGRADO PORTATO DAI ROM, COME SI PUO’ GARANTIRE LA CITTADINANZA SE NON SI INTEGRANO PRIMA LE FAMIGLIE?

Continua la ferma opposizione della Lega Nord allo ius soli e dalla Romagna Andrea Liverani ne fornisce motivazione con l’ennesimo esempio concreto. “A Faenza – spiega il consigliere regionale – continuano i casi di degrado causato dai comportamenti dei rom. Ambienti stravolti dalla sporcizia, persone che si lavano nelle fontane in pieno giorno: le segnalazioni sono diverse e ribadiscono un’evidenza che noi da tempo abbiamo manifestato, ovvero che l’integrazione della comunità rom sul territorio è fallita”. A riguardo l’esponente del Carroccio entra nel dettaglio: “In via Corbari alcune famiglie rom si sono viste assegnare l’alloggio popolare proprio nel nome di un percorso di inclusione, ma poi sono arrivati gli sfratti. E’ il fallimento anche di certe politiche del Comune, totalmente lassiste dinanzi a questo degrado”. Dalla situazione faentina, nuovo fondamento all’opposizione allo ius soli: “Com’è possibile – si chiede Liverani – dare la cittadinanza ai figli se prima non si integrano i genitori? I ragazzi devono poter scegliere al compimento della maggiore età”.