LIVERANI (LN): “PERO’, DOPO LA BATOSTA ELETTORALE A LUGO DIMINUISCONO I POSTI PER I RICHIEDENDI ASILO”

“Sarà un caso che a Lugo diminuirà il numero dei profughi accolti? Guardando alle tempestiche di questa repentina inversione di marcia parrebbe proprio di no. Anzi. A mio parere la batosta elettorale rimediata nella tornata elettorale del 4 marzo scorso ha fatto cambiare i piani e le strategie interne al Pd”.

Così il consigliere regionale della Lega Nord, Andrea Liverani, commenta la nuova convenzione tra Unione dei Comuni della Bassa Romagna, Asp e Prefettura di Ravenna, nella quale è prevista la diminuzione complessiva dei posti dedicati all’accoglienza dei profughi, che passano da 417 a 341.

“Le principali novità della Convenzione – spiega Liverani – comporteranno anche la chiusura di 4 residenze di accoglienza: una nel centro di Lugo (che ospita 12 persone), una a Villa San Martino (7), una nella frazione di Budrio di Cotignola (20) e l’ultima nella frazione di Taglio Corelli di Alfonsine (18)”.

“Alla luce di queste nuove direttive pare dunque che le politiche del Pd non siano più improntate “all’accoglienza a tutti i costi”. Vien dunque da chiedersi il perché di questa improvvisa “chiusura” agli immigrati, della cui accoglienza il Pd ha sempre fatto il proprio leitmotiv. Forse che il risultato scaturito dalle urne il 4 marzo sia servito da monito per un cambio di strategia in vista delle prossime amministrative del Comune di Lugo del 2019? Una cosa è certa: il Pd, oggi, è allo sbando” chiosa il consigliere leghista.