LIVERANI E PADOVANI (LN): “ROM, ANCHE I BAMBINI A CACCIA DI VESTITI NEI CONTENITORI CARITAS. QUALE INTEGRAZIONE?”

“Ecco qui i risultati delle politiche di integrazione dedicate ai rom dalla giunta Pd… Famiglie di rom che frugano nei cassonetti per la raccolta dei vestiti usati, rubano quelli in buone condizioni e abbandonano gli altri lungo le strade e nelle aiuole. Accompagnati, in queste azioni illecite, da bambini di pochi anni”.

A denunciare l’ennesima situazione che vede protagoniste le famiglie rom che vivono a Faenza sono il consigliere regionale della Lega Nord, Andrea Liverani e il capogruppo Lega in consiglio, Gabriele Padovani.

“Nello scatto pubblicato da un sito web, si vedono chiaramente una coppia di genitori che vanno a fare incetta di vestiti, rubandoli dai contenitori della Caritas, accompagnati dai loro due pargoli a cui evidentemente vogliono far apprendere velocemente i capisaldi della migliore educazione civica…”, ironizza Liverani. “Quei bambini sono sfuggiti dal controllo degli operatori e delle realtà a cui sono stati assegnati soldi pubblici e che dovrebbero lavorare sul territorio per promuovere attività di inclusione”, aggiungono il consigliere e il capogruppo “e questo è un fatto grave soprattutto considerato che il progetto prevederebbe anche la scolarizzazione dei minori che invece, evidentemente, a scuola non ci vanno”.

Il Comune di Faenza ha incassato 80.000 euro “grazie ad un bando regionale finalizzato all’inclusione dei minori e al superamento dei campi rom”, concludono. “E, a questo punto, vorremmo sapere come sono stati spesi e quali risultati, sull’integrazione di minori sono stati raggiunti”. Per chiedere chiarimenti sul caso Liverani ha depositato una interrogazione in Regione con la quale chiede se l’ente sia a conoscenza di come sono stati utilizzarti i fondi erogati e dell’efficacia dei progetti finanziati, anche in relazione al numero di bambini che frequentano la scuola.