MALTEMPO, LA LEGA PARLA DI “SOLDI BUTTATI NEI RIPASCIMENTI COSTIERI”. POMPIGNOLI: “NON BASTANO PIÙ. NECESSARIA LA SPERIMENTAZIONE DI BARRIERE ARTIFICIALI”

“Soldi buttati. Lo avevamo detto e mai come adesso spiace sottolinearlo, avevamo ragione”.
Sul maltempo di questi giorni che ha letteralmente spazzato via migliaia di metri cubi di spiaggia nel ravennate e lungo il litorale cesenaticense, interviene il consigliere regionale della Lega Massimiliano Pompignoli che ancora una volta sollecita “interventi strutturali per contenere la minaccia erosiva. Le azioni di ripascimento annualmente finanziate da questa Regione sono inutili e uno spreco di denaro pubblico.” Pompignoli parla di “centinaia di migliaia di euro letteralmente buttati, perché di fronte a un fenomeno strutturale come quello dell’erosione costiera non sono più sufficienti interventi saltuari che si configurano come palliativi e che risolvono solo all’apparenza la minaccia erosiva.”
“Chiedo per l’ennesima volta alla Giunta Bonaccini di promuovere e finanziare la sperimentazione lungo tutto il litorale romagnolo di barriere artificiali e tecniche permeabili sommerse (c.d. Reef Ball) che permettano di mettere in sicurezza definitivamente l’arenile e così l’integrità dei nostri lidi. Sono anni che la Lega chiede l’adozione di tecniche innovative che mettano fine a questo calvario. A rischio” – conclude Pompignoli – “ci sono le migliaia di attività e l’indotto che gravita attorno al turismo balneare.”