MARCHETTI (LN): “AUSL IMOLA PROMETTE INVESTIMENTI PER RIDURRE TEMPI DI ATTESA VISITE? PURA PROPAGANDA, TIRATE FUORI LA BOZZA DELLA RIORGANIZZAZIONE DELLA RETE OSPEDALIERA”

“Mentre continuiamo ad attendere la bozza relativa alla riorganizzazione della Rete ospedaliera regionale che interesserà anche le strutture dell’Ausl di Imola, la medesima Azienda Sanitaria annuncia un maxi-investimento per ridurre le liste d’attesa delle visite. Peccato che tale promessa preveda che vengano coperte le imbarazzanti criticità d’organico facendo ricorso alla libera professione. Pertanto, siamo di fronte alla solita “sparata” propagandistica fine a se stessa”.

Così il consigliere regionale della Lega Nord, Daniele Marchetti, che aggiunge: “La situazione, infatti, nelle strutture sanitarie pubbliche imolesi è allarmante: lo testimonia l’analisi degli indici di performance riguardanti i tempi di attesa per le visite specialistiche, che negli ultimi mesi si sono allungati a dismisura, soprattutto con riferimento a quelle neurologiche, alle colonscopie, alle risonanze magnetiche nucleari all’addome, alle spirometrie, alle visite pneumologiche e a quelle ostetriche”.

Ma c’è di più: “Se da una parte l’Asl lancia questi proclami propagandistici, un’altra ombra si appresta ad oscurare il nostro sistema sanitario locale: mi riferisco alla riorganizzazione della banca Cornee che oggi ha sede a Imola. Ora è in essere un accordo tra l’Azienda Usl di Imola e quella romagnola che prevede la presenza di un medico oculista presso la banca Cornee imolese e la normale attività del centro, apprezzata da molti pazienti. Tuttavia – avverte il consigliere del Carroccio – all’orizzonte si profila l’integrazione della sede imolese con quella di Bologna. Un’insidia che potrebbe portare all’ennesima perdita per la nostra Azienda sanitaria che, nel silenzio più totale, sta perdendo giorno dopo giorno competenze e professionalità” conclude Marchetti.