MARCHETTI (LN): “DIFFERENZIATA, BARICELLA PUNTA SULLA “CALOTTA” PER MIGLIORARE IL SERVIZIO O PER UN DISEGNO POLITICO?”

Il repentino cambio di rotta in tema di raccolta differenziata, dal modello ‘porta a porta’ a quello coi cassonetti con la calotta, e il badge per aprirli, voluto dal primo cittadino di Baricella, Andrea Bottazzi, fa sorgere il dubbio che dietro questa scelta si celino più ragioni politiche rispetto alla volontà di migliorare il servizio per i cittadini’.

A chiederselo è il consigliere regionale della Lega Nord, Daniele Marchetti, che entra a piè pari nel dibattito in corso sulla vicenda, osservando come il sindaco Bottazzi “abbia già avvisato la cittadinanza di questa sua intenzione con una comunicazione sul sito del Comune” e “come l’amministrazione di Baricella abbia già incontrato nei giorni scorsi Hera per discutere dei costi necessari per sostenere questo cambiamento e delle modalità con cui effettuarlo”.

Ma c’è di più: il medesimo Bottazzi, in una dichiarazione, ha ricondotto la volontà di modificare il sistema di raccolta differenziata all’eventuale fusione a tre fra i comuni di Baricella, Malalbergo e Minerbio: “Bene, considerando che il passaggio dal “porta a porta” al cassonetto con calotta non sarà di certo indolore, visto che non mancheranno disagi per la cittadinanza – attacca Marchetti – è bene che un tale cambiamento di raccolta avvenga a carte scoperte. Dunque, la volontà dell’amministrazione di passare alla “calotta” è alimentata da ragioni di natura prettamente politica (la fusione dei tre Comuni) oppure l’obiettivo è quello di migliorare il servizio per i cittadini?”

“E’ bene che a questa domanda vengano date risposte, perché nel caso in cui a tirare le fila della vicenda fossero solo ragioni e interessi di matrice politica, è bene che l’amministrazione ricordi e faccia propria l’esperienza fallimentare riscontrata in occasione dei precedenti disegni di fusione, avvenute non solo nella nostra provincia, quanto sull’intero territorio regionale” conclude il consigliere regionale del Carroccio.